MOBILE

Adotta un corredino dal tuo smartphone e sostieni Salvamamme

- # # # # #

Grazie all’App YouGive, è possibile effettuare una donazione e permettere all’associazione di continuare il servizio della Boutique Bebè gratuita aiutando così migliaia di bambini. Per sostenere l’Associazione basterà scaricare gratuitamente sul proprio smartphone o tablet l’applicazione YouGive, e cercare “Salvamamme” tra le associazioni o la campagna “Adotta un corredino”.

YouGive è stata sviluppata da YOYO Comunicazione in partnership con Oxfam, AGIRE, Ail, LIFC, Shoot4Change Col’or, AISM, AIPD, Una Breccia nel Muro, Informatici senza Frontiere e Repubblica.it, e potrebbe costituire la nuova frontiera del fundraising.

A causa della mancata erogazione dei fondi regionali, Salvamamme è stata costretta a interrompere il servizio della Boutique Bebè, diventata ormai  punto di riferimento per migliaia di famiglie in difficoltà che lì potevano ritirare corredini, vestitini, carrozzine e materiale per la prima infanzia gratuitamente.

“Interrompere un servizio così importante ed efficiente come quello della Boutique Bebè è per noi  una grande sconfitta”, a commentato Grazia Passeri, Presidente di Salvamamme. “La Boutique rappresentava per tutte quelle mamme che si trovano in serie  difficoltà economiche la speranza di un’infanzia serena per i propri bambini. Se le Istituzioni non ci aiutano, noi ci appelliamo al buon cuore dei cittadini. Grazie a questa bellissima applicazione, è possibile fare una donazione di importo libero all’associazione, oppure, aderire alla campagna “Adotta un corredino”, dove con 50€ sarà possibile garantire ad un bambino un corredino completo”.

YouGive consente ai potenziali donatori non solo di fare un’offerta, ma anche di informarsi sulle attività e le campagne e di restare sempre in contatto con l’associazione. L’interfaccia scelta è estremamente semplice ed intuitiva, con al centro un’immagine presa dalle campagne di Shoot4Change, mentre nella parte bassa una barra con le quattro sezioni: Emergenze, riservata ai progetti in corso in zone colpite da emergenze umanitarie e sociali; Cause, dove sarà possibile navigare all’interno delle macro-aree di intervento (infanzia, istruzione, salute, cultura, ecc.); Organizzazioni, dove è possibile trovare l’elenco di tutte le organizzazioni umanitarie che finanziano alcuni loro progetti proprio grazie a quest’app; e, infine, Mappa, dove sarà possibile scegliere un progetto in base alla collocazione geografica.”

Nei primi 6 mesi l’applicazione è stata scaricata oltre 1.200 volte con una media di 10/20 download a settimana. Il Terremoto in Emilia è il tema che ha riscosso maggiore interesse ricevendo il maggior numero di donazioni, mentre l’organizzazione maggiormente seguita è l’AIL.

articoli correlati

Lascia un commento

Devi essere loggato per poter commentare.