AZIENDE

Nuovi manager in Telecom Italia

- # # # # #

telecom italia

Telecom Italia rinnova la squadra di management nell’ambito delle Funzioni Consumer, Business e Technology.
In particolare, viene affidata:
– a Stefano Azzi la responsabilità della Funzione Consumer & Small Enterprise (già Consumer & Small Enterprise Market);
– a Giovanni Ferigo la responsabilità della Funzione Technology (ad esclusione di Information Technology – a cui fa riferimento la Società TI Information Technology Srl- che confluisce nella Funzione Progetti Speciali di Gruppo, guidata da Francesco Micheli);
– a Lorenzo Forina la responsabilità della Funzione Business & Top Clients (già Ict Solutions & Service Platforms).

A Simone Battiferri e Giuseppe Roberto Opilio, che ricoprivano rispettivamente l’incarico di responsabile Ict Solutions & Service Platforms e di responsabile Technology, l’azienda formula i ringraziamenti per il qualificato contributo professionale prestato. La Funzione Consumer & Small Enterprise Market era precedentemente ricoperta ad interim dall’Amministratore Delegato, Flavio Cattaneo.

articoli correlati

AZIENDE

Telecom Italia: Flavio Cattaneo è il nuovo Ammionistratore Delegato

- # #

Telecom

Il Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia si è riunito oggi sotto la presidenza di Giuseppe Recchi e – condivise le considerazioni del Comitato Nomine e Remunerazione – ha nominato Flavio Cattaneo Amministratore Delegato, conferendogli deleghe esecutive.

Nato nel 1963, Cattaneo è laureato in Architettura presso il Politecnico di Milano e ha una formazione specialistica in materia di gestione aziendale. Da febbraio 2015 è Amministratore Delegato di NTV S.p.A., da marzo 2015 è Presidente di Domus Italia S.p.A. Da dicembre 2014 è Consigliere indipendente di Generali Assicurazioni S.p.A., da aprile 2014 è Consigliere indipendente di Telecom Italia S.p.A.. Da gennaio 2008 ad aprile 2015 è stato Consigliere indipendente in Cementir Holding S.p.A.. Da novembre 2005 a maggio 2014 Flavio Cattaneo è stato Amministratore Delegato di Terna S.p.A.. Da aprile 2003 ad agosto 2005 è stato Direttore Generale della tv pubblica RAI S.p.A., curando anche la fusione con Rai Holding e la separazione contabile.

Al Presidente Esecutivo Giuseppe Recchi risultano attribuite, in sintesi:
– L’identificazione delle linee guida di sviluppo del Gruppo, di intesa con l’Amministratore Delegato; la supervisione dell’elaborazione dei piani strategici, industriali e finanziari, della loro realizzazione e del loro sviluppo; la supervisione della definizione degli assetti organizzativi, nonché la supervisione in materia di Security e sulla società Telecom Italia Sparkle;
– la rappresentanza della Società e del Gruppo nei rapporti esterni con le Autorità, le Istituzioni italiane e internazionali e gli Investitori;
– la responsabilità organizzativa delle funzioni Brand Strategy and Media, Institutional Communication, Legal Affairs, Public Affairs, e Corporate Shared Value.

All’Amministratore Delegato Flavio Cattaneo sono conferite quindi le responsabilità del governo complessivo della Società e del Gruppo, ivi inclusa la responsabilità di definire, proporre al Consiglio di Amministrazione e quindi attuare e sviluppare i piani strategici, industriali e finanziari e tutte le responsabilità organizzative per garantire la gestione e lo sviluppo del business in Italia e in Sud America.

Il curriculum vitae di Flavio Cattaneo è disponibile sul sito Internet della Società all’indirizzo
http://www.telecomitalia.com/tit/it/about-us/aggregatore-governance/cv/cv-flavio-cattaneo.lightbox.html

A seguito della nomina, il Consiglio di Amministrazione ha quindi accertato il venir meno dei requisiti d’indipendenza qualificati, di cui al Codice di Borsa Italiana, da parte del Consigliere Flavio Cattaneo, che si qualifica quindi come amministratore esecutivo non indipendente; alla data odierna, non possiede azioni di Telecom Italia S.p.A..

articoli correlati

AZIENDE

Telecom Italia porta Netflix sulla piattaforma TIMvision

- # # # # #

L’accordo siglato tra Gruppo Telecom Italia e Netflix permetterà ai clienti TIM di accedere direttamente a Netflix attraverso il set-top box di TIMvision. La programmazione Netflix sarà disponibile direttamente sulla TV di casa attraverso il decoder TIMvision, anche in qualità HD, grazie all’infrastruttura di rete fissa a banda larga e ultra larga di TIM.

Con questa importante intesa TIM conferma il proprio impegno nella diffusione di servizi innovativi con particolare attenzione al mercato dell’intrattenimento, anche in un’ottica di sviluppo della banda ultra larga nel Paese, e ribadisce il ruolo di abilitatore tecnologico grazie alle sue reti ad altissima velocità fisse e mobili.

TIM e Netflix prevedono di introdurre una modalità di sottoscrizione e accesso semplificata al servizio di Netflix; in particolare in occasione del lancio, l’offerta Netflix comprenderà le esclusive serie originali, tra cui Marvel’s Daredevil, Sense8, Bloodline, Grace and Frankie, Unbreakable Kimmy Schmidt e Marco Polo, i famosi documentari Virunga, Mission Blue e Chef’s Table, una speciale selezione di stand-up comedy, oltre ad una sezione interamente dedicata ai più giovani. La programmazione si arricchirà continuamente, includendo anche i primi film originali Netflix, con titoli attesissimi quali Beasts of No Nation, Crouching Tiger, Hidden Dragon: The Green Legend, Jadotville e The Ridiculous 6. L’offerta Netflix sarà valorizzata per il pubblico italiano, grazie ai sottotitoli e al doppiaggio.

“La partnership con Netflix conferma la nostra strategia industriale e ci vede in Italia come l’unica piattaforma aperta di distribuzione di contenuti premium che integra le migliori offerte disponibili sul mercato”, dichiara Marco Patuano, Amministratore Delegato di Telecom Italia. “Questo accordo dimostra ancora una volta come i grandi player premino la qualità delle nostre reti. Con Netflix proseguiamo nel percorso di collaborazione tra le telco e le media companies che ci consente di proporci al mercato con un’offerta pienamente convergente, rafforzando un nuovo modello di business centrato sulla video strategy.”

“Siamo felici di presentare Netflix al pubblico italiano”, afferma Bill Holmes, Responsabile Generale Business Development di Netflix. “La partnership con Telecom Italia renderà ancora più semplice agli italiani scoprire Netflix e, con esso, un nuovo modo di guardare la TV, che consente agli spettatori di decidere quando e come godersi lo spettacolo”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

6 mesi di unconventional adv negli aereoporti milanesi per One.Tray e Telecom Italia

- # # # # # #

One.Tray, la prima cesta brandizzabile e flyer-friendly disegnata ad hoc per i controlli di sicurezza, decolla nel mercato dell’unconventional advertising con la campagna Telecom Italia – TIM Impresa Semplice negli aeroporti di Milano Malpensa e Linate, in esclusiva per 6 mesi dal 26 giugno 2015, dopo il debutto 2014 negli scali di Roma Fiumicino e Ciampino con MasterCard e SisalPay.

One.Tray, società fondata dai giovanissimi Federico Kluzer, Nicolò de Brabant, Giovanni Scolari e Alessandro Pedote e selezionata per l’incubatore “SpeedMiUp” dall’Università Bocconi e dalla Camera di Commercio di Milano, ha messo a punto un modello rivoluzionario di cesta che rappresenta una soluzione di comunicazione unica per le aziende e allo stesso tempo fornisce un servizio a favore dell’aeroporto e dei passeggeri.

Sviluppata attraverso l’analisi delle infrastrutture aeroportuali, test di ingegneria e ricerche di design, la cesta One.Tray è ideale per sponsorizzazioni altamente personalizzabili, di grande visibilità grazie alla copertura esclusiva per terminal/aeroporto ed emerge come unico mezzo in grado di garantire una viewability del 100%. Assume fondamentale rilevanza la profilazione del target, che permette di personalizzare la comunicazione del cliente a seconda della tipologia di scalo/terminal.
L’interazione obbligatoria, sia visiva che tattile (tutti i passeggeri devono necessariamente passare ai controlli di sicurezza e sicuramente prenderanno in mano una cesta, la toccheranno, la guarderanno) in un momento di capacità percettiva amplificata (il passeggero “prende in mano il brand”) unita al cosiddetto wow-factor, determinano un eccellente incremento delle performance di campagna.
In particolare riferimento alla campagna negli aeroporti di Linate e Malpensa nel semestre giugno-dicembre 2015 si stima un traffico/contatti di circa 15 milioni di passeggeri.

Dal punto di vista del passeggero, One.Tray rende più piacevole, snello ed ordinato il controllo di sicurezza. Il prodotto, studiato ad hoc per il singolo aeroporto in termini di forma, ergonomia, infografiche, ha una capacità doppia rispetto ai contenitori tradizionali, che consente la riduzione del numero di ceste per passeggero, una migliore identificazione degli oggetti ai raggi x e la conseguente diminuzione dei tempi di attesa ai metal detector.

Per l’aeroporto scegliere One.Tray si traduce in un miglioramento delle operations aeroportuali, dell’immagine e della percezione del servizio offerto. Se prima il ricambio delle vaschette avveniva in media ogni 2 anni, il ciclo di ricambio per ogni nuovo cliente/campagna firmata One.Tray è di circa 3/6 mesi, con notevoli vantaggi e senza costi per la struttura.

A conferma della forza innovativa di One.Tray sia come strumento di sponsorizzazione che come servizio per aeroporti e passeggeri, la società vanta già track record come MasterCard e SisalPay; ha concluso accordi con i principali scali italiani (Fiumicino, Ciampino, Linate, Malpensa, Orio al Serio, Torino Caselle) per un totale di traffico intercettato di oltre 85 milioni di passeggeri all’anno. Inoltre, i materiali con cui è realizzata One.Tray sono completamente riciclati e riciclabili.

“One.Tray si posiziona in una nicchia di mercato che richiede competenze molto specifiche e soluzioni ad hoc, sia lato operations che dal punto di vista della comunicazione” spiega Federico Kluzer, imprenditore ventiquattrenne ideatore del progetto, “rappresenta una soluzione smart con un alto potenziale comunicativo fino ad oggi inespresso, per questo l’abbiamo definita ‘a must on your way’. Attualmente stiamo studiando soluzioni integrate con tecnologia dedicata, con l’obiettivo di ampliare l’offerta ed internazionalizzarci”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Telecom punta sulle grandi storie per il nuovo spot dedicato a TIMvision

- # # # #

Nuova puntata per #milionidipassioni, Leagas Delaney firma il nuovo spot dedicato stavolta a TIMvision, la Tv on demand di Telecom Italia.
Pif racconta una passione che accomuna tutti gli italiani: l’emozione che le grandi storie protagoniste di film, serie Tv, documentari e anche i cartoni per i più piccoli possono regalare. Una delle #milionidipassioni che più ci fanno sorridere, piangere, sognare ad occhi aperti e, come conclude il protagonista, “da oggi possiamo emozionarci ancora di più”.

La TV on demand di Telecom Italia offre agli abbonati oltre 6.000 titoli da vedere quando e dove si vuole senza interruzioni pubblicitarie. TIMvision è disponibile con una connessione Internet veloce e fibra di Telecom Italia attraverso il decoder TIMvision e sulle Smart TV dove è presente l’applicazione dedicata, attraverso il PC via web, e in mobilità su smartphone e tablet Apple, Android e Windows Phone 8/RT, con l’App scaricabile gratuitamente dai principali store con traffico streaming incluso per i soli clienti TIM.

La direzione creativa esecutiva è di Stefano Campora e Stefano Roselli, copywriter Matteo Maggiore, Art Director Valerio Mangiafico. La regia è di Matteo Bonifazio coadiuvato dal Direttore della Fotografia David Procter. La casa di produzione è Think Cattleya.

La pianificazione prevede l’uscita di diversi soggetti, da 30” e 15” sui principali network tv nazionali, oltre a una pianificazione web, radio e cinema con un taglio a 40”.

CREDITS
Agenzia: Leagas Delaney
Direzione Creativa Esecutiva: Stefano Campora, Stefano Rosselli
Art Director: Valerio Mangiafico
Copywriter: Matteo Maggiore
Casa di Produzione: Think Cattleya
Regista: Matteo Bonifazio
Direttore della fotografia: David Procter

Musica
Titolo: Bright Rivers by THEMUSICBANK.
Autori: Roberto Baldi – Zenîma Granieri

articoli correlati

AZIENDE

Armando Testa acquisisce la CSR di Telecom e Golden Lady. Nuovi logo, sito e lancio di TDH

- # # # # # # #

“Una chiacchierata informale con persone che apprezziamo e che ci apprezzano”. Così questa mattina Nicola Belli, Consigliere d’Amministrazione e Responsabile delle sede milanese di Armando Testa, per rifuggire dalla definizione di conferenza stampa. Ma, tassonomia a parte, di notizie ne sono state date davvero molte. A partire del tema generale, sintetizzato in una sola parola, “New”: nuovo logo, nuovo sito, nuovi tools, nuove persone e nuove acquisizioni.

“Con il mercato attuale si va alla guerra tutti i giorni”, scherza – ma non troppo – Belli, “ecco perché il nostro nuovo logo conserva l’inconfondibile disegno ma abbandona il rosso a favore di un camouflage pittorico. Questo essere mimetici vuole evidenziare la nostra capacità di “vestirci” indossando gli obiettivi, le esigenze e i target dei brand”.

Il nuovo logo diventa un “logo-finestra” nel sito rinnovato, online da ieri, dove campeggia il claim “Pazzi per la creatività dal 1946”, “una pazzia”, sottolinea Belli, “che ci porta a trovare sbocchi e idee impensabili solo pochi anni fa”. Il windows-logo darà visibilità, in trasparenza, ai clienti e alle loro campagne, grazie a piccole installazioni ad hoc create per premiare, con un contest interno, i picchi della creatività generata.

I “tools” sono invece alla base della nascita di AT Brain, la struttura di intelligence che riporta a Emanuela Calderoni, il cui claim è “Food for Thoughts”, che darà vita a prodotti e servizi per costruire una cultura della comunicazione innovativa, da condividere all’interno dell’agenzia e con i clienti. Ne sono parte AT Tweet, per diffondere informazioni e highlight con la sintesi immediata dei 140 caratteri; AT Mag, un magazine digitale (e talora cartaceo) da distribuire ogni tre mesi tra i clienti e i prospect; AT Buzz, dedicata al listening su blog e social del sentiment relativo a una marca, e infine AT VoxPop. Quest’ultimo rappresenta una audience di circa sei milioni di persone in tutto il mondo, capace di tastare il polso, in poche ore, a un’idea, un progetto, un mood o una percezione relativi a un brand.

Le nuove persone, oltre allo stesso Belli ritornato in agenzia da soli 4 mesi, sono Samantha Scaloni e Matteo Pozzi, copia creativa senior già in DLV BBDO, e Jacopo Morini, che da videomaker e autore televisivo diventa direttore creativo di TDH, Testa Digital Hub.

“TDH è qualche cosa di completamente nuovo”, spiega Valentino Cagnetta, AD di Media Italia e della “neonata” TDH, “in nuce un’agenzia del futuro, che usa la tecnologia per unire creatività e strategia, così da trasformare le idee in realtà. A Torino abbiamo un “dream team” di una ventina di persone al centro del reparto creativo, per contagiare tutta l’agenzia con una creatività anche un po’ “controversial”.

“Il web è istantaneo. E noi anche”, ribadisce Jacopo Morini. “Proponiamo operazioni di awareness, come la PolloCar di Dreher, realizzata in soli tre giorni”.

Quanto alle nuove acquisizioni di portafoglio, il Presidente Marco Testa evidenzia il valore dell’incarico relativo allo stakeholders engagement e alla CSR di Telecom Italia, che diventerà “molto più partecipativa, passando da “sociale” a “social” per “portare in evidenza la parte sommersa dell’iceberg delle numerosissime attività del gruppo in tale ambito”.

Anche la gara vinta del Gruppo Golden Lady, relativa all’affidamento del brand omonimo, rappresenta “un esempio del nostro modo di lavorare, con un progetto quasi “fuori brief”, ma straordinario come il prodotto che verrà lanciato” e di cui al momento non sono stati resi noti dettagli. Si sa solo che la comunicazione sarà destinata a portare il collant anche a una fascia più giovane della utilizzatrici attuali, mentre il prodotto in sé, frutto di oltre 10 anni di ricerca da parte dell’azienda produttrice, “rappresneta un momento di svolta nel concetto stesso di collant”.

Testa, infine, rivela che la scelta di Los Angeles per la sede a stelle e strisce del Gruppo, aperta da un anno e mezzo, è legata anche alla prossimità fisica con il mondo dell’entertainment internazionale.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Leagas Delaney firma la creatività del nuovo soggetto della campagna Telecom Italia che vede Pif alle prese con il Bubble Football

- # # # # # # #

È on air il nuovo soggetto del format TV di Telecom Italia firmato dall’agenzia Leagas Delaney che vede Pif, protagonista della campagna, alle prese con un nuovo episodio del suo speciale giro del nostro Paese, alla ricerca delle tante passioni che uniscono gli italiani e di come queste vengano alimentate dalle nuove tecnologie.

In questo nuovo episodio ambientato sulla spiaggia di Ostia, Pif incontra un gruppo di appassionati che praticano una speciale disciplina del calcio, quella del Bubble Football. I ragazzi, infatti, indossano una speciale “armatura” che rende più divertente un normale incontro di calcio e quest’estate, grazie a TIM – che con “Internet Start” a soli 10 euro al mese offre 4 Giga di traffico internet da utilizzare su smartphone e tablet  – gli amanti del Bubble Football potranno inviare foto, video e condividere i momenti più divertenti e le cadute più coreografiche.

La campagna è accompagnata come sempre dall’hashtag #milionidipassioni attraverso cui Telecom Italia sta raccogliendo nel web le impressioni degli utenti internet e fornirà contenuti video extra e approfondimenti delle interviste realizzate da Pif ai protagonisti delle campagne.

La pianificazione del nuovo soggetto prevede uscite sui principali network nazionali e sul web. La regia è di Luke Scott, l’agenzia è Leagas Delaney.

CREDITS
Agenzia: Leagas Delaney
Supervisione creativa: Tim Delaney
Direzione Creativa Esecutiva: Stefano Campora, Stefano Rosselli
Art Director: Stefano Rosselli
Copywriter: Stefano Campora
Casa di Produzione: RSA Films – Think Cattleya
Regia: Luke Scott
Produttore Esecutivo: Kai Hsiung – Monica Riccioni
Direttore della Fotografia: Sebastian Wintero Hansen

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Presentato a Milano il Festival della Comunicazione di Camogli

- # # # # # #

Lo storico (e ormai – come annunciato – prossimo alla dismissione) Centro di Produzione Rai di Corso Sempione a Milano ha ospitato stamattina la presentazione della prima edizione del Festival della Comunicazione di Camogli. La manifestazione, che si svolgerà da venerdì 12 a domenica 14 settembre 2014 nella cittadina ligure, è ideata e diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer e promossa da Comune di Camogli, Regione Liguria, Encyclomedia Publishers in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, l’Ente Parco di Portofino e l’Area marina protetta.

Il festival, che si propone come appuntamento annuale di riflessione e confronto sul tema della comunicazione intesa nella sua accezione ampia di “trasmissione di messaggi”, sarà inaugurato dalla lectio magistralis di Umberto Eco, forte sostenitore del progetto. In programma conferenze, workshop, spettacoli, escursioni e mostre – tutti gratuiti e aperti al pubblico – e oltre 60 ospiti tra i quali giornalisti, blogger, social media editor, scrittori, editori, semiologi, filosofi. Gli interventi si articoleranno in tre grandi aree tematiche: Comunicazione come linguaggio, segno, racconto, messaggio; Comunicazione come informazione, network, social media; Comunicazione come distribuzione e condivisione di saperi, risorse, sogni, cultura. Tra i relatori: lo scrittore Corrado Augias, l’enigmista e saggista Stefano Bartezzaghi, il giornalista Mario Calabresi, l’ex magistrato Gherardo Colombo, il sociologo Nando Dalla Chiesa, lo scrittore Andrea De Carlo, l’esperto di comunicazione televisiva Carlo Freccero, lo storico dell’alimentazione Massimo Montanari, l’esperta di comunicazione e creatività Annamaria Testa.

Il pubblico del web potrà seguire gratuitamente il festival grazie a Dialoghi con la rete, una piattaforma multimediale e multicanale che permetterà di connettersi live oppure on demand agli eventi. Ogni giorno, inoltre, l’innovativo canale di video streaming LIVEon4G Tim proporrà approfondimenti e interviste ai protagonisti della manifestazione. Main sponsor del Festival sono Intesa Sanpaolo e Telecom Italia. I media partner sono Rai, Wired, La Repubblica, Mentelocale.it e Blue Liguria. L’AD della Rai Luigi Gubitosi, presente all’incontro, ha sottolineato il valore di informazione e intrattenimento del Festival: “un progetto che racchiude idee interessanti con un cast straordinario, proprio come un programma televisivo”. “Tutti i giornalisti della Rai dovrebbero parteciparvi”, ha concluso scherzando.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Pif celebra la passione degli italiani per il calcio con Leagas Delaney

- # # # #

Telecom Italia, sponsor ufficiale della Federazione Giuoco Calcio dal 2001, dedica uno spot TV all’avventura mondiale degli Azzurri in Brasile. Questa volta Pif è andato a Coverciano, luogo del ritiro degli azzurri, per dare a modo suo i consigli ai giocatori. Un soggetto è stato poi realizzato ad hoc e verrà trasmesso esclusivamente durante le partite degli azzurri: Pif chiude lo spot con l’esortazione che tutti gli italiani appassionati di calcio ripeteranno più e più volte durante i mondiali: “Forza Azzurri”.

Anche quest’ultima campagna è accompagnata dall’hashtag #milionidipassioni attraverso cui Telecom Italia sta raccogliendo nel web le impressioni degli utenti internet e fornirà contenuti video extra e approfondimenti delle interviste realizzate da Pif ai protagonisti delle campagne.

La pianificazione del nuovo soggetto prevede uscite sui principali network nazionali e sul web. La regia è di Luke Scott (Cdp RSA Films/Think Cattleya), l’agenzia è Leagas Delaney.

CREDITS
Agenzia: Leagas Delaney
Supervisione creativa: Tim Delaney
Direzione Creativa Esecutiva: Stefano Campora, Stefano Rosselli
Art Director: Stefano Rosselli
Copywriter: Stefano Campora
Regia: Luke Scott
Casa di Produzione: RSA Films /Think Cattleya
Produttore Esecutivo: Kai Hsiung – Monica Riccioni
Direttore della Fotografia: Sebastian Wintero Hansen

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Pif raggiunge gli amanti della “Silent Disco” nel nuovo spot di Leagas Delaney dedicato alla tariffa TIM Young e Music

- # # # # #

È on air il nuovo soggetto del format TV di Telecom Italia firmato dall’agenzia Leagas Delaney. Anche stavolta Pif, il protagonista della campagna, racconta in modo ironico e divertente una passione italiana che viene alimentata grazie alle nuove tecnologie oggi a disposizione.

In questo nuovo soggetto dedicato alla tariffa TIM Young e Music, Pif, dopo essere stato contattato su Facebook, raggiunge gli organizzatori di un “Silent Disco”, eventi dove si può ascoltare la dance music in maniera silenziosa. Nelle serate di Silent Disco, infatti, la musica è diffusa attraverso le cuffie e gli inviti ai partecipanti sono spediti attraverso i social network. Un nuovo modo per ritrovarsi a ballare con gli amici, in location inusuali, senza però creare disturbo ai vicini.

Con TIM Young e Music tutti gli amanti della musica, oltre a 1Giga di traffico internet e 1000 SMS, hanno lo streaming illimitato da CuboMusic e la navigazione su Facebook compresa fino al 30 Aprile 2015.

La campagna è accompagnata come sempre dall’hashtag #milionidipassioni attraverso cui Telecom Italia raccoglierà nel web le impressioni degli utenti internet e fornirà contenuti video extra e approfondimenti delle interviste realizzate da Pif ai protagonisti della campagna.

La pianificazione del nuovo soggetto prevede uscite sui principali network nazionali e sul web. La regia è di Luke Scott, l’agenzia è Leagas Delaney.

CREDITS
Agenzia: Leagas Delaney
Supervisione creativa: Tim Delaney
Direzione Creativa Esecutiva: Stefano Campora, Stefano Rosselli
Art Director: Stefano Rosselli
Copywriter: Marco d’Alfonso
Casa di Produzione: RSA Films
Produttore Esecutivo: Kai Hsiung
Producer: James Smith
Direttore della Fotografia: Sebastian Wintero Hansen
Regia: Luke Scott

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Pif in tour per Telecom Italia incontra i “tagueros illegal”. Firma Leagas Delaney

- # # # # # # # #

Va on air un nuovo episodio del format TV di Telecom Italia firmato dall’agenzia Leagas Delaney: una nuova tappa del “giro d’Italia di Pif, il protagonista della campagna,  che prosegue la sua ricerca delle tante passioni che uniscono gli italiani, scoprendo come queste vengono alimentate dalle nuove tecnologie.

Questa volta Pif è a Torino, in piazza San Carlo, dove incontra un gruppo di ballerini amanti del “Tango illegal”: una community composta da appassionati che ricreano le atmosfere delle milonghe argentine in alcuni luoghi delle nostre città. I ballerini, per informare velocemente tutti i protagonisti delle danze, si danno appuntamento utilizzando internet.  Attraverso dei video su YouTube e la rete veloce 4G di Tim, riescono a spiegare le coreografie anche ad un neofita come Pif e, grazie  ai  social network, invitano sempre più persone a far parte di questa speciale community. Un modo per condividere, attraverso le più moderne tecnologie, la passione per un ballo così antico come il tango e per riscoprire, allo stesso tempo, il fascino di alcuni tra gli angoli più o meno nascosti delle nostre città.  La campagna è accompagnata dall’hashtag #milionidipassioni attraverso cui Telecom Italia raccoglierà nel web le impressioni degli utenti internet e fornirà contenuti video extra e approfondimenti delle interviste realizzate da Pif ai protagonisti della campagna.  La pianificazione del nuovo soggetto prevede uscite sui principali network nazionali e sul web. La regia è di Luke Scott.

 

Credits

Supervisione creativa: Tim Delaney

Direzione Creativa Esecutiva: Stefano Campora, Stefano Rosselli

Art Director: Stefano Rosselli

Copywriter: Stefano Campora

Casa di Produzione: RSA Films

Produttore Esecutivo: Kai Hsiung

Producer: James Smith

Direttore della Fotografia: Sebastian Wintero Hansen

Regia: Luke Scott

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Domenica in tv i “surfisti invernali” di Telecom Italia. Firma Leagas Delaney

- # # # # #

Sarà on air a partire da  domenica 16 marzo il secondo soggetto del nuovo format Tv di Telecom Italia, firmato dall’agenzia Leagas Delaney. Il protagonista della campagna, Pif, parte nel suo viaggio alla ricerca delle passioni che uniscono gli Italiani andando a incontrare un gruppo di surfisti invernali: una piccola “community” di persone unita dall’amore per il surf, specialmente in inverno, che comunica sia fuori che a casa utilizzando la tecnologia fornita da TIM per essere sempre connessi con la propria passione: trovare le onde, scambiarsi informazioni, video e messaggi.

Anche in questo nuovo spot, girato a Varigotti con la regia di Luke Scott, Pif si rivolge direttamente agli spettatori sottolineando la sua “missione” alla ricerca delle passioni degli italiani, incarnando così lo spirito della campagna che, grazie anche all’hashtag #milionidipassioni, raccoglierà nel web le impressioni degli utenti internet. La pianificazione del nuovo soggetto – dedicato alla nuova offerta TIM Smart che in un’unica bolletta offre ADSL illimitata da casa,  2 Giga di traffico per lo smartphone, 400 minuti di chiamate verso fissi e mobili e 400 SMS – prevede uscite sui principali network nazionali e sul web anche grazie a contributi extra.

 

Credits

Agenzia: Leagas Delaney (Milan/London)

Direzione Creativa: Stefano Campora, Stefano Rosselli (Direttori Creativi Esecutivi Leagas Delaney Italia)

Supervisione creativa. Tim Delaney (Presidente e Direttore Creativo Leagas Delaney Group)

Art Director: Stefano Rosselli

Copywriter: Stefano Campora

Casa di Produzione: RSA Films

Produttore Esecutivo: Kai Hsiung

Producer: James Smith

Direttore della Fotografia: Sebastian Wintero Hansen

Regia: Luke Scott

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Premio Cultura+Impresa: vincono Accademia S. Cecilia, Telecom Italia, MUVE e Mavive

- # # # # # # #

Ieri al Palazzo delle Stelline di Milano, si è svolto il convegno “Comunicare con la Cultura in Lombardia: come migliorare il rapporto tra sistema cultura e sistema impresa”, all’interno del quale è avvenuta anche la premiazione della prima edizione di premio Cultura+Impresa, che ha visto vincitori i progetti “Pappanoinweb” e “Riapertura del Museo di Palazzo Mocenigo”. Oltre ai premiati e alla giuria, sono intervenuti sul tema, in rappresentanza delle istituzioni, Piercarla Delpiano, Presidente Fondazione Stelline, Sabrina Sammuri, Direttore Generale Culture, Identità e Autonomie-Regione Lombardia, Roberto Albonetti, Direttore Generale Attività Produttive, Ricerca e Innovazione-Regione Lombardia e Sergio Enrico Rossi, Dirigente Area di Sviluppo del Territorio-Camera di Commercio di Milano. Il premio, promosso dal Comitato non profit Cultura+Impresa sotto la presidenza di Francesco Moneta con il patrocinio di Regione Lombardia,, ha l’obiettivo di premiare i migliori progetti di sponsorizzazione e partnership culturale valorizzando sia il ruolo dell’operatore culturale che quello dell’azienda che lo sponsorizza. Il progetto, organizzato lo scorso autunno creato col fine di dotare di uno strumento di benchmarking il settore culturale, ha prodotto diversi progetti: una buona vetrina per analizzare il settore e stimolare i confronti. Quindici era il numero dei finalisti e, insieme, hanno formato sette diverse tipologie di progetti ed eventi culturali, tra i quali hanno spiccato Festival e restauri, ma ci sono anche mostre installazioni multidisciplinari, progetti educativi di arte e scienza e performance artistiche. I protagonisti vengono da tutte le parti d’Italia, con una maggiore prevalenza del Sud e sono operatori culturali pubblici e privati. Le aziende non sono solo quelle più vicine alla cultura come le banche, ma si sono distinte diverse realtà industriali e di Largo consumo come Telecom, Renault, Conad, Peugeot, Mavive. I progetti sono stati analizzati e valutati da una qualificata giuria che rappresentava le diverse anime professionali che compongono il comparto delle sponsorizzazioni e partnership culturali, tra i quali, Bernardino, Segretario Generale di Assifero, Casadei, Fabrizio Grifasi, Direttore Fondazione Romaeuropa, Segretario Generale della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e Responsabile della Comunicazione del Gruppo Feltrinelli. Ogni lavoro è stato valutato secondo diversi criteri che andavano dall’innovazione alla qualità, dalla strategia ai benefici ottenuti dai fruitori, dal territorio di appartenenza alla sostenibilità sociale.

 

I due progetti vincitori si sono guadagnati 607 punti ciascuno e sono risultati, come detto, Pappanoinweb e Riapertura del Museo Mocenigo. Il primo, promosso dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma in collaborazione con Telecom Italia, ha permesso alla musica classica di varcare i confini di cerchie ristrette di fruitori per aprirsi a un pubblico mondiale grazie alla potenza del web. L’iniziativa si è avvalsa del patrocinio del Maestro Antonio Pappano, che nel 2011 aveva trasmesso diversi concerti sul sito di Telecom Italia, seguiti da circa 900 mila persone. L’evento si è tenuto tra marzo e maggio con tre concerti due di musica sinfonico del Maestro Antonio Pappano e uno di musica da camera condotta dal Maestro Uto Ughi in una serata interamente dedicata a Mozart. Il “Pappanoinweb”, è un progetto che ha saputo coniugare sapientemente tecnologia e cultura”, afferma Ivana Apolloni, Relazioni Sponsor Istituzionali Accademia di Santa Cecilia, “La nota di maggior successo è stata proprio quella di aver raggiunto una molteplicità di pubblici in ogni luogo, il web ha dato una straordinaria opportunità di raggiungere pubblici di diversa età in diversi luoghi”. Il secondo progetto vincitore è stato la Riapertura del Museo di Palazzo Mocenigo, casa settecentesca veneziana e sede del Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume,  restaurato e riassettato da Muve, Musei Civici di Venezia, per restituire alla città un museo “nuovo” in partnership.con Mavive Spa, azienda profumiera. Grazie allo sponsor è stato poi inserito un nuovo percorso museale interamente dedicato al profumo, alla sua storia e alla riscoperta delle tecniche artigianali. Infatti, come ci spiega Marco Vidal, Direttore Commerciale Maviva, “Attraverso diverse stazioni che emanano profumo, il visitatore può scoprire, attraverso proprio l’olfatto, come nasce e come sono divise le diverse famiglie olfattive, le diverse note essenziali e il tutto con un compatto storico”. Oltre ai primi due sono stati premiati altri cinque progetti: Ali Nuove per la città. Restauro conservativo del Monumento a Icaro, A più voci, Luxury Experience al Macerata Opera Festival, Piano City Milano 2013 e Relational. Questa prima edizione del Premio era stata pensata come “sperimentale”, ma tutti, promotori, giurati, operatori culturali e comunicatori, hanno espresso soddisfazione per i risultati, tanto da parlare già di una seconda edizione. Infatti, il Comitato non profit Cultura+Impresa, composto da The Round Table e Federculture, annuncerà a breve l’edizione 2014 più approfondita a strutturata sulla base delle esperienze di questa prima edizione.

(A.D.F.)

articoli correlati

BRAND STRATEGY

inTESTA firma la comunicazione BTL di Telecom Italia dedicata all’offerta “TIM in Nave”

- # # # # # #

“TIM in Nave” è il servizio che permette di chiamare, inviare SMS ed effettuare trasmissione dati anche in navigazione a tutti i clienti TIM e a quelli di altri operatori, anche stranieri,  che abbiano stipulato uno specifico accordo con TIM. La tecnologia sviluppata da Telecom Italia consente alle navi in viaggio, tramite un link satellitare, di  essere connesse alla rete mobile e usufruire di tutti servizi  normalmente disponibili a terra. Con un linguaggio e un’iconografia molto riconoscibile e identificativa del concetto di “sharing”, il messaggio illustra le potenzialità del servizio, che anche in mare aperto permette agli utenti di chiamare, chattare, navigare, inviare e-mail.

La creatività BTL sarà pianificata a bordo delle navi da crociera e traghetti delle compagnie di navigazione leader di mercato, come ad esempio: MSC Crociere, Grandi Navi Veloci, Grimaldi Lines, Minoan Lines.

A supporto del servizio inTESTA la società del Gruppo Armando Testa specializzata nella comunicazione BTL, ha ideato anche diversi materiali di comunicazione, che saranno veicolati a bordo nave: una wallet-card informativa che illustra nel dettaglio le caratteristiche del servizio, una “affissione digitale” e stickers.

La creatività è stata inoltre personalizzata per diverse Compagnie Armatrici, declinata per i supporti su nave e inserita nei cataloghi istituzionali.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Musica in Rete, Musei & Industria vincono la prima edizione del Premio Cultura + Impresa

- # # # # # #

Scelti i vincitori della prima edizione del Premio Cultura + Impresa, dedicato alle migliori Sponsorizzazioni e Partnership culturali in Italia. Il primo premio va in ex-aequo ai progetto “PappanoInWeb“, promosso dall’Accademia Nazionale Santa Cecilia di Roma in collaborazione con Telecom Italia, e “Riapertura del Museo di Palazzo Mocenigo con i nuovi percorsi del profumo“, promosso da MUVE – Fondazione Musei Civici di Venezia in collaborazione con Mavive SpA (nella foto). I Progetti sono stati valutati da una Giuria di otto rappresentanti delle Istituzioni e dei Partner promotori del Premio, oltre che da autorevoli esponenti dei mondi della Cultura e della Comunicazione d’Impresa, secondo criteri di Innovazione, Qualità della Esecuzione, Strategia e attivazione della Comunicazione, Benefici ottenuti dai fruitori del Progetto e del Territorio di appartenenza, Networking, Sostenibilità sociale del Progetto, Integrazione con campagne di CSR, Amministrazione del Budget, Misurazione dei risultati rispetto agli obiettivi. Hanno partecipato al Premio progetti innovativi di alta qualità provenienti da diversi settori della produzione culturale, realizzati grazie all’alleanza tra Istituzioni Culturali e Imprese: Mostre e installazioni di Arte contemporanea, Musei, Restauri, Progetti on-line di Cultura digitale, Premi, Festival culturali e cinematografici, Concerti, Rassegne Fotografiche, Attività didattiche. Obiettivo del Premio è valorizzare queste sinergie, indicando modalità, strumenti e dinamiche per rendere più efficaci le Sponsorizzazioni e le Partnership culturali. Ecco i risultati completi:

PRIMI PROGETTI EX-AEQUO

Accademia Nazionale Santa Cecilia + Telecom Italia: PappanoInWeb.

Fondazione Musei Civici di Venezia + Mavive: Riapertura del Museo di Palazzo Mocenigo con i nuovi percorsi del profumo

ALTRI PROGETTI PREMIATI

Accapiù & Ponderosa Music&Art & Comune di Milano + Edison & Intesa San Paolo: Piano City Milano 2013

Associazione Arena Sferisterio + Giovanni Fabiani: Luxury Experience al Macerata Opera Festival

Fondazione Palazzo Strozzi + Eli Lilly Italia: A più voci

Fondo per la Cultura del Comune di Forlì + Italiana Assicurazioni, Cassa dei Risparmi di Forli, Lions Club, Unindustria Forli: Ali Nuove Per La Città

La Giuria ha inoltre deciso di conferire una Menzione Speciale al progetto “Relational” presentato da MADRE + Centostazioni & Partner diversi

I Progetti vincitori e i primi cinque progetti classificati saranno protagonisti di un Workshop per Operatori culturali e Comunicatori d’Impresa, previsto a Milano nel mese di febbraio 2014, mentre la Cerimonia di premiazione del Premio Cultura di Gestione di Federculture, cui è associata la prima edizione del Premio Cultura + Impresa, è prevista a Roma nella primavera 2014, alla presenza di rappresentanti delle Amministrazioni locali e delle Istituzioni nazionali promotrici dell’iniziativa. Il Premio Cultura +Impresa è promosso dal Comitato non profit Cultura + Impresa, fondato da Federculture e da The Round Table. in collaborazione con Assorel, Ferpi, UPA, ESA – European Sponsorship Association, Richmond Italia, TVN Media Group, ADC Group. Per la prima edizione 2013 fa parte del consolidato premio Cultura di Gestione, alla sua VII edizione, promosso da Federculture in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo, la Conferenza delle Regioni, l’ANCI, l’UPI, Legautonomie, Legambiente, CTS – Centro Turistico Studentesco e giovanile.

articoli correlati