MEDIA

Disneyland Paris e Rai Pubblicità insieme per la programmazione natalizia dei film targati Disney

- # # # #

rai

È un perfetto connubio tra Disneyland Paris e Rai Pubblicità quello che vedrà in onda la nuova campagna del più celebre Parco a tema d’Europa, on air su Rai1 e Rai2 dal 22 al 27 dicembre in abbinamento alla programmazione natalizia dei film targati Disney.

 

Divertente ed emozionante, nelle versioni long form di 60 e 40 secondi, lo spot colpisce al cuore di grandi e i piccini grazie al suo protagonista, un tenero anatroccolo che scopre una grandissima passione per Paperino dopo aver trovato per caso un fumetto dedicato alle sue avventure. L’anatroccolo non riesce purtroppo a portare con sé il suo prezioso fumetto durante la migrazione cui è costretto, ma fortunatamente, alla fine, approda nel fiabesco mondo di Disneyland Paris, dove incontra Paperino in piume e ossa.

 

 

La campagna è abbinata ai classici film di animazione Disney in programmazione sulla prima e seconda rete, tra cui gli intramontabili Rapunzel, Frozen, Biancaneve e i sette nani, Cenerentola e La Bella Addormentata nel Bosco.

 

“Rai, con la sua programmazione natalizia caratterizzata dalla presenza dei grandi successi Disney, è il terreno ideale per veicolare lo spot di Disneyland Paris, un vero e proprio cortometraggio di un minuto che racconta magistralmente un’emozionante storia per la famiglia”, afferma Luca Poggi, Direttore Area Lombardia di Rai Pubblicità. “Si realizza così una sinergia ottimale tra canale Rai e brand, che rende la comunicazione particolarmente convincente e coinvolgente, a dimostrazione che il contesto in cui lo spot è inserito è oggi un fattore fondamentale per il gradimento e la memorizzazione del brand commerciale”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Rai Pubblicità e Festival di Sanremo 2019: un’offerta crossmediale e fuori dagli schermi. In diretta su Rai1 e Radio2

- # # # #

Rai Pubblicità - Sanremo

La nuova formula Baglioni prevede per la 69ª edizione del Festival di Sanremo un’unica competizione, senza distinzioni di categoria. La kermesse, preceduta dal contest pre-natalizio “Sanremo Giovani”, quest’anno consentirà a due artisti esordienti di accedere direttamente al concorso di febbraio accanto ai 22 big selezionati dalla commissione musicale.

Dal 5 al 9 febbraio cinque prime serate, in diretta su Rai1 e Radio2, per una gara unica: i 24 brani finalisti che debutteranno all’Ariston concorreranno alla pari per aggiudicarsi il titolo.

Dopo la prima esibizione di tutti gli artisti in gara nell’arco della serata inaugurale, sarà previsto un secondo ascolto dei brani, suddivisi in due gruppi, nelle giornate di mercoledì e giovedì. Il venerdì il consueto appuntamento con la serata dei duetti che vedrà i 24 artisti affiancati da un ospite, italiano o internazionale, per eseguire un ri-arrangiamento del brano in concorso. Al sabato il gran finale con l’ultima esibizione di tutti gli artisti in gara, prima di decretare il vincitore della 69ª edizione del Festival di Sanremo.

Ma la rivoluzione Baglioni non finisce qui. Il Festival quest’anno durerà di più, grazie alla concertazione di tv, radio e digital e all’immenso sforzo produttivo della Media Company Rai che porterà il Festival dentro e fuori il Teatro dell’Ariston con le anteprime dal Casinò di Sanremo, le dirette dal red carpet, numerosissime iniziative sul territorio e i live dal Santa Tecla.

L’offerta di Rai1

A Rai1, tv e digital, è affidato un inedito percorso di avvicinamento con gli appuntamenti del Prima Festival che anticipano e accompagnano la kermesse per vivere l’atmosfera del Festival un mese prima. Anticipazioni, interviste, dirette social, dietro le quinte e il red carpet dell’evento hollywoodiano della musica italiana.
Dopo ciascuna serata, l’appuntamento con la musica prosegue al DopoFestival su Rai1, in diretta dal Casinò di Sanremo, per i commenti a caldo e l’esibizione e l’approfondimento dei protagonisti, seguito dall’Aftershow, il collegamento social, live dal Forte Santa Tecla, per i commenti più irriverenti che hanno scaldato la Rete durante il Festival.

L’offerta di Radio 2

A Radio 2, voce ufficiale della kermesse, è affidato il compito, a partire da gennaio, di accendere i riflettori sui protagonisti del Festival e la loro musica, regalandoci contenuti e iniziative esclusive, con oltre 100 ore di trasmissione e la presenza on air e on field grazie alle dirette dal truck posizionato accanto all’Ariston e i live di Radio 2 Intheclub dal Forte Santa Tecla.

Un appuntamento sempre più ambito dagli inserzionisti pubblicitari

Il 2018 si è chiuso carico di successi con numeri veramente da capogiro. La share del Festival, pari al 52,3%, ha registrato il record degli ultimi 13 anni migliorando di quasi 10 punti l’affinità anche sui segmenti più giovani, come i 15-24 anni. Molto bene anche i programmi di approfondimento che arricchiscono l’evento con quasi 6 mio di ascolto medio per l’Anteprima Festival e quasi il 40% di share nel Dopo Festival. Performances impressionanti anche per il digital con 32 milioni di interazioni social.

In termini di comunicazione l’eccellenza del Festival di Sanremo è capace di unire la quantità, con oltre 9,5 milioni di ascolto nel break medio su Rai1 e 720.000 sui break di Radio2, alla qualità, con un indice di gradimento oltre il 90%, un profilo valoriale altamente distintivo e un’elevata propensione al consumo. Tutti aspetti ben noti agli investitori pubblicitari che nel 2018 sono cresciuti del 6%.

Dopo un 2018 che aveva confermato le tariffe dell’anno precedente, per il 2019 è prevista una crescita del listino tv del 5%. La tabellare è venduta a singola posizione su Rai1 e a striscia sulla ribattuta delle 5 serate su Rai Premium. Le iniziative speciali si acquistano invece in abbinata sui due canali per le 5 serate.

La radio prevede moduli di AdPoint in posizione di rigore, sia in abbinata ad un percorso di avvicinamento già a partire dal 6 gennaio, che nelle sole serate del Festival, e, ovviamente, anche moduli di tabellare impaginati durante la settimana di Sanremo, quando l’intero palinsesto di Radio2 ospiterà i protagonisti del Festival con anticipazioni e rubriche ad hoc.

Anche l’offerta digital video ha declinazioni diverse definite dalla copertura dei contenuti di Sanremo presenti sia sulle properties Rai che sui canali Rai in syndication, YouTube e Msn.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Tognana in comunicazione per Diamantea. Pianificazione crossmediale con Rai Pubblicità

- # # # #

tognana spot

Tognana, azienda leader nella produzione e distribuzione di porcellane da tavola, pentole, decorazioni e complementi d’arredo sceglie la Rai per lanciare un’importante campagna pubblicitaria su Diamantea, la nuova collezione cottura, perfetta e resistente come un diamante.

Lo spot illustra tutte le caratteristiche e le potenzialità di Diamantea. All’interno del racconto, la padella “classica” passa di mano in mano a diverse tipologie di donne: la mamma che cucina mentre i bambini giocano, la nonna 2.0 che scatta un selfie con l’arrosto, le amiche salutiste che alternano lo yoga alla cucina e infine la donna-manager con lo smartphone in una mano, la forchetta nell’altra.

L’obiettivo della campagna è rappresentare donne diverse unite da un unico prezioso segreto, la linea di pentole Diamantea che, di scena in scena, di generazione in generazione, “resiste” nel tempo mantenendo intatto il suo splendore, come un diamante.

Diamantea, l’ultima arrivata in casa Tognana, è al centro della pianificazione crossmediale che l’azienda veneta e Rai Pubblicità hanno studiato per esaltare al meglio un marchio sinonimo di qualità ed eccellenza. Si parte con le telepromozioni su Rai1 all’interno del programma a quiz televisivo serale L’Eredità, nel game show I soliti ignoti e su Che Tempo che fa. La campagna TV è arricchita poi dal product placement all’interno dei programmi Buongiorno Benessere in onda il sabato mattina su Rai1, e I Fatti Vostri in onda su Rai2 dal lunedì al venerdì.

Nella prima settimana di dicembre lo spot sarà pianificato nel format pubblicitario “Palinbox”. Il brand Tognana sarà inserito nella cornice di rete come parte integrante della presentazione del palinsesto serale e completerà il momento pubblicitario augurando buona visione.
Lo spot di 30’’ uscirà infine dall’ambito strettamente televisivo per approdare al cinema, dal 6 al 19 dicembre verrà infatti trasmesso nelle 600 sale cinematografiche del circuito di Rai Pubblicità distribuite su tutto il territorio nazionale.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Per Assocarni la prima Pubblicità Accessibile e Inclusiva di RAI Pubblicità

- # # #

assocarni

La Stellina della carne bovina” è il filo conduttore della campagna pubblicitaria lanciata da Assocarni per la promozione del consumo consapevole della carne bovina italiana, dei suoi valori nutrizionali, sociali e ambientali. La campagna, cofinanziata dal Mipaaft con bando pubblico per la selezione di programmi di informazione e promozione sui prodotti freschi e trasformati delle filiere carni, verrà messa in onda sui canali Rai (tv, radio, web e cinema) con il formato “Lezioni di etichetta”.

Per la prima volta in assoluto in Italia, gli spot sono stati ideati e realizzati da Rai Pubblicità anche nella modalità di “Pubblicità Accessibile e Inclusiva“, pensata per essere fruibile da tutte le persone, con sottotitoli, Lingua Italiana dei Segni (LIS) e contributi audio dedicati.

La campagna è stata presentata oggi a Roma con gli interventi del Sen. Gian Marco Centinaio, Ministro delle delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, del dott. Franҫois Tomei, Direttore Generale Assocarni, del dott. Fabrizio Ferragni, Direttore Relazioni Istituzionali Rai, della dott.ssa Emilia Grazia Costa, Responsabile Progetti Speciali e Nuove Tendenze Rai Pubblicità, e della Prof.ssa Elisabetta Bernardi, nutrizionista e divulgatrice scientifica, docente all’Università di Bari.

“La carne bovina”, spiega Franҫois Tomei, “è spesso al centro di un dibattito pubblico distorto da mezze verità o da vere e proprie fake news: siamo lieti che il Ministero abbia voluto promuovere una campagna sul consumo responsabile evidenziando l’importanza di questo alimento nell’ambito di una dieta equilibrata. A fronte di un calo dei consumi di carne bovina in Europa e in Italia negli ultimi dieci anni e della crescita del social gap che porta le classi meno abbienti a mangiare meno carne per motivi economici, lo scopo della nostra proposta è quello di rendere i consumatori consapevoli dell’importanza della carne bovina italiana in una dieta equilibrata, all’interno del modello della Dieta Mediterranea che, è bene ricordarlo, prevede anche un apporto significativo di proteine di origine animale. Infine, bisogna considerare che l’allevamento bovino contribuisce alla tutela del territorio, del paesaggio, della biodiversità e della fertilità dei suoli. Ma anche al mantenimento di saperi e tradizioni secolari che, uniti alle nuove competenze e tecnologie, rendono gli oltre 110mila allevamenti bovini del Belpaese sempre più sostenibili”.

“Il progetto Be Transparent e il suo format crossmediale “Lezioni di Etichetta” sono stati sviluppati da Rai Pubblicità per rispondere al bisogno sempre più diffuso delle persone e dei cittadini di essere informati per operare scelte di consumo consapevole”, commenta Emilia Grazia Costa, “Dalla ricerca QRP di Rai Pubblicità emerge che il format commerciale “Lezioni di Etichetta”, che è una vera e propria piattaforma di brand reputation, è particolarmente apprezzato. Gli intervistati esprimono un gradimento pari all’89%, lo considerano credibile ed eticamente responsabile per il 74% (% voti da 6 a 10, 4.800 persone intervistate Panel Toluna).

Con il logo “La stellina della carne bovina”, la campagna pubblicitaria Be Transparent di Assocarni segue un percorso narrativo che si snoda con diversi spot video e audio che offrono una lettura dell’”etichetta virtuale” delle carne bovina. Contenuti e linguaggi della campagna sono stati progettati in coerenza con tutte le piattaforme RAI, con una pianificazione media altamente qualitativa per poter realizzare una copertura crossmediale complessiva di oltre 63 milioni di contatti sul target Responsabili Acquisto e di circa 15 milioni sul target del trend Be Transparent di Rai Pubblicità, individui attenti alle scelte di consumo.

La specificità dei contenuti unbranded della campagna “La stellina della carne bovina”, il commitment del Mipaaft e l’esigenza di contattare con questi contenuti conoscitivi il maggior numero di persone e pubblici, sono stati i principali motivi che per cui Rai Pubblicità ha sviluppato per Assocarni un pilota sperimentale di pubblicità accessibile e inclusiva.

La campagna sarà on air dal 18 novembre per circa due settimane con spot video, radiofonici e digital ideati e prodotti da Rai Pubblicità, differenziati per i vari canali (TV, web, radio, cinema nelle sale del circuito di Rai Pubblicità), su diversi temi: Cosa sono le carni sostenibili; Proprietà dei nutrienti della carne bovina; Carne bovina e ambiente.

Per il web è prevista anche la realizzazione di una “landing page” (www.lastellinadellacarnebovina.it) sul sito istituzionale www.assocarni.it i cui contenuti approfondiranno i temi dei messaggi video arricchiti dalle informazioni che non si possono veicolare con gli spot, in particolare i calcoli che sono alla base della Clessidra Ambientale di Carni Sostenibili, documenti su impatto CO2, sull’impronta idrica, sugli aspetti nutrizionali e sulla salute. Il tutto seguendo il filo conduttore dei “i volti delle carni sostenibili” che costituiscono l’ossatura della campagna: 1)iConsumi e Valori Nutritivi nella dieta delle persone, 2) Informazione e Qualità alimentare; 3) Spreco, 4) Aspetti Economici e Sociali, 5) Impatti ambientali della filiera zootecnica.

articoli correlati

MEDIA

Live sui canali RAI tutte le gare di Coppa del Mondo di Sci Alpino e i Mondiali 2019 di Are

- # # #

Coppa del Mondo di Sci Alpino

Sabato 27 ottobre riprende la Coppa del Mondo di Sci Alpino che anche quest’anno ci accompagnerà nei mesi invernali attraverso 120 gare/manches fino a marzo quando saranno in programma le finali che assegneranno i titoli nello splendido scenario di Soldeu in Andorra. La Coppa del Mondo si fermerà a febbraio per consentire lo svolgimento dei Campionati Mondiali che dal 5 al 17 febbraio assegnerà gli 11 titoli mondiali dello Sci Alpino.

RaiSport+HD seguirà in diretta ed esclusiva in chiaro entrambe le manifestazioni mentre Rai 2, la grande novità di quest’anno, trasmetterà in simulcast con RaiSport le principali gare di CdM che si svolgeranno sulle piste italiane. Il 15, 22 e 28 dicembre le telecamere di Rai 2 e RaiSport+HD saranno puntate sulle piste della Val Gardena, Madonna di Campiglio e Bormio, con lo spettacolo di pubblico che spingerà con un grande tifo gli atleti azzurri. Il 19 e 20 gennaio seguiranno da Cortina d’Ampezzo le attesissime gare femminili con le nostre atlete tra le favorite.

Dopo la vittoria olimpica in Corea del Sud e la Coppa del Mondo di discesa, Sofia Goggia guiderà anche in questa stagione la “Valanga Rosa” che ha conquistato tanti successi nella passata edizione di Coppa del Mondo.

Anche in campo maschile l’Italia si presenta molto competitiva soprattutto nel settore della velocità dove Peter Fill, Christof Innerhofer e Dominik Paris stazionano nei primi posti delle classifiche da diversi anni. Anche negli slalom gli azzurri, guidati dall’intramontabile Manfred Moelgg, saranno protagonisti in tutte le piste.

Gli ascolti della scorsa edizione della Cdm su RaiSport+HD hanno raggiunto ottimi volumi in crescita del 10% circa rispetto alle edizioni precedenti e con un profilo d’ascolto performante sui target uomini e giovani. La gara più vista è stata lo slalom gigante maschile di Lenzerheide con oltre 610 mila individui e il 5% di share sugli uomini. L’intera stagione ha totalizzato una media di 255 mila telespettatori con una share pari al 2% di share sugli individui e 3,2% sugli uomini. Anche le gare dei Mondiali 2017 hanno registrato ottime performance con oltre 270 mila individui di media e il 3,5% di share sugli uomini. Numeri importanti che posizionano RaiSport+HD come leader nella fascia mattina/meridiana in cui si svolgono la maggior parte delle gare.

L’offerta commerciale di RaiSport prevede un’offerta domination per tutte le gare di CdM che permette di raggiungere 90 grps uomini acquistando un formato pubblicitario per ognuna delle 120 gare/manches. L’acquisto dell’intera manifestazione comporta una promozione a listino del 10%. In alternativa gli inserzionisti possono scegliere le gare a cui abbinare la propria comunicazione. I Mondiali di Are sono venduti a pacchetto che prevede 17 comunicati distribuiti nei 13 giorni di gara. Efficienza, convenienza ed elasticità sono i punti in comune delle proposte commerciali di Rai Pubblicità.

 

articoli correlati

MEDIA

Primato di ascolti per la Rai: a giugno cresce del 2% nel totale giornata verso lo scorso anno

- # # #

Rai

Il mese di giugno 2018 consacra il primato di ascolti dell’editore Rai. Già protagonista assoluta della stagione 2017-18, la televisione pubblica non ha subito in alcun modo la controprogrammazione dei Mondiali di Russia 2018. Il primo mese di programmazione estiva si conclude, infatti, in positivo con gli ascolti delle tre generaliste in crescita del +2% nel totale giornata verso lo scorso anno. Sul target pregiato degli Spendenti, con una share complessiva del 35,6%, Rai stacca il primo competitor di oltre 4,5 punti, segnando il +15% dell’ascolto in valori assoluti.

Gli ottimi ascolti di Rai a giugno hanno generato ascolti pubblicitari in linea con le stime di Rai Pubblicità. Questi risultati sono merito di una programmazione che ha reso protagonista il pubblico femminile: solo su Rai1 il target donna ha registrato, infatti, il 64% dell’ascolto totale del canale, incrementando la percentuale di 3 punti rispetto allo stesso periodo del 2017.

Rai1, affermandosi prima scelta sia nel totale giornata sia in prima serata, è cresciuta in tutte le fasce grazie ai consolidati appuntamenti estivi come Uno Mattina Estate (+10%), Quelle Brave Ragazze (+34%), Don Matteo in replica daytime (+6%), La Vita In Diretta (+4%) e Reazione a Catena (+2%). In prime time il primato della televisione pubblica è ancora più evidente: rispetto a Canale5, Rai1 ha ottenuto ascolti superiori del +10%, un vantaggio che aumenta fino al +34% se si escludono le serate dei Mondiali.

Tutto questo grazie a un palinsesto ricco e variegato: da una parte le fiction con la prima tv di Tutto Può Succedere 3, vero fenomeno crossmediale – il box set completo dei nuovi episodi in anteprima esclusiva su RaiPlay ha totalizzato 2,5 mio di media views – e le seconde visioni di titoli cult come Don Matteo e I Bastardi di Pizzofalcone; dall’altra l’intrattenimento che, oltre agli immancabili Wind Music Awards, ha testato il nuovo format Ora o Mai Più con un esordio eccezionale al 25% di share pari a 4,7 mio di telespettatori.

Il consenso di pubblico è anche di Rai2 che, in aggiunta alle serie tv tra cui le prime visioni di Squadra Cobra 11, Rosewood e MacGyver, ha sperimentato ancora una volta nuovi generi puntando su un pubblico più giovane: Il Supplente è stato il programma d’intrattenimento più seguito per il canale con una media di 1,4 mio di telespettatori e il 6,7% di share, dato che sale all’8% sulle donne 25/54.

A completare il bouquet delle generaliste Rai3 che ha rafforzato ulteriormente gli appuntamenti con i format classici di rete: #CartaBianca è cresciuto del +50% rispetto al periodo omologo, Chi L’ha Visto del +6%, mentre Ulisse ha raggiunto una media del 7,7% pari a 1,4 mio di telespettatori, permettendo al canale di essere stabilmente la terza proposta più vista del sabato sera.

Fondamentale, come sempre, il contributo delle Rai Gold che nel mese di giugno hanno guadagnato il +6% degli ascolti, con Rai Premium – non a caso la specializzata più femminile del bouquet Rai – che ha segnato un impressionante +35% rispetto a giugno 2017.

articoli correlati

MEDIA

Rai Pubblicità: offerta commerciale crossmediale per gli European Championships 2018 di Glasgow e Berlino

- # # # # #

glasgow

Dal 2 al 12 agosto si giocheranno gli European Championships 2018, una novità all’interno del panorama sportivo continentale che verrà trasmessa in diretta e in esclusiva su Rai 2, Rai Sport + HD e su Rai Radio 2.

12 le discipline in campo, dall’atletica leggera al nuoto, dai tuffi al ciclismo, dal golf al canottaggio solo per citarne alcune, le cui competizioni si svolgeranno per la prima volta negli stessi giorni in due città differenti per stile e nazionalità: Glasgow e Berlino. L’appuntamento si rinnoverà ogni 4 anni.

Berlino sarà la capitale dell’atletica leggera, disciplina a sua volta suddivisa in 47 specialità, 24 maschili e 23 femminili. Nota curiosa degli Europei in casa di Germania: nella giornata finale della manifestazione le maratone maschile e femminile arriveranno alla simbolica Porta di Brandeburgo della capitale tedesca. Glasgow, invece, sarà la capitale delle altre discipline sportive diverse dall’atletica e in particolare, del nuoto, sebbene l’evento di maggior rilievo degli Europei di nuoto in vasca lunga andrà eccezionalmente in scena al mitico Royal Commonwealth Pool della vicina Edimburgo.

L’Italia si presenterà ai nastri di partenza mettendo in mostra tutti i propri campioni nelle diverse discipline sportive. Le stelle della squadra italiana di nuoto, Federica Pellegrini, Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti e Fabio Scozzoli, se la vedranno con i tanti protagonisti, primo tra tutti il plurimedagliato idolo di casa Adam Peaty, specialista nello stile “rana”. Anche nei tuffi, nel nuoto sincronizzato e nel fondo la squadra Azzurra è da podio. I saltatori in alto Alessia Trost e Gianmarco Tamberi, campione europeo in carica, saranno le punte dell’Italia che schiererà una nazionale molto giovane, ma di grande talento. Nel ciclismo su pista, il campione del mondo dell’inseguimento Filippo Ganna tenterà una doppietta storica. Corsa per l’oro anche per i quartetti maschile e femminile e per le fortissime ragazze che primeggiano in tutte le specialità su strada. Infine, le cronometro potrebbero riservarci molte soddisfazioni con il campione olimpico e vicecampione europeo Elia Viviani, a suo agio su un circuito impegnativo che si snoda nell’abitato di Glasgow.

“Questa Olimpiade pluridisciplinare tra Berlino e Glasgow per appagare il desiderio di sport e competizione, disponibile come tutta la nostra offerta su RaiPlay, visto il periodo, sarà l’inevitabile protagonista sulle nostre spiagge”, dichiara Giancarlo Cani, Direttore Commerciale di Rai Pubblicità. “L’offerta commerciale crossmediale è avvincente. Prevede per la Tv moduli giornalieri verticali, indipendentemente dalla disciplina sportiva, con i formati tabellare, fuori break e top e la copertura dell’intero evento con billboard e inviti all’ascolto. Per la Radio l’offerta propone il formato tabellare nella rubrica in libera in Sport 1 e le iniziative speciali con il modulo All Sport 1, che comprende 82 ad point di 10”.

Nel Digital gli ambienti interessati all’evento sono quelli dell’app di RaiPlay e i siti www.raisport.rai.it con interviste, news e videogallery e www.raiplay.it con il live streaming delle gare e le clip video in modalità on demand. Infine, Rai Televideo prevede almeno una pagina editoriale all’interno della sezione Altri Sport con risultati, classifiche, notizie e curiosità.

articoli correlati

MEDIA

Rai Pubblicità presenta l’offerta dedicata all’inizio della stagione calcistica 2018/2019

- # # #

rai pubblicità

Dalla Nazionale alla Champions League, dalla Supercoppa europea a quella Italiana fino alla Coppa Italia e alle partite dell’Under 21. La stagione 18/19 è ormai alle porte e Rai scenderà in campo trasmettendo in diretta, esclusiva e in HD, le migliori partite di Champions League, Nations League, Coppa Italia, Supercoppa italiana ed europea, amichevoli internazionali della Nazionale Italiana e dell’Under 21.

Un calendario fittissimo, che prevede una partita alla settimana per tutta la stagione autunnale, alternando il calcio che emoziona con le performance dei migliori club europei a quello che coinvolge la nuova Nazionale di Mancini. Un’occasione importante per gli inserzionisti che potranno raggiungere elevate coperture di pubblico in modo continuativo attraverso la ricchezza della programmazione calcistica dei mezzi Rai, che varia dal live delle partite ai magazine di approfondimento con servizi ed immagini in esclusiva.

Si parte il 15 agosto con la finale della Supercoppa europea dove il Real Madrid di Ronaldo e l’Atletico Madrid di Griezmann si contenderanno a Tbilisi il trofeo. Rai 1 trasmetterà in diretta la partita, che di fatto è il prologo della Champions League che dopo sei anni torna su Rai 1. L’edizione di quest’anno prevede la presenza sicura senza passare dai play off estivi di Juventus, Napoli, Roma e Inter, che insieme sommano oltre 17 milioni di tifosi e che rappresentano una certezza per gli ascolti televisivi. Rai 1 trasmetterà la miglior partita del mercoledì sera con i kick off alle ore 21.00 e, a seguire, un magazine di approfondimento con le interviste ai protagonisti e i gol delle altre squadre italiane e di tutte le altre partite. Radio 1 seguirà live tutte le partite delle squadre italiane, sia il martedì che il mercoledì, mentre Rai Play seguirà in streaming la partita di Rai 1.

A settembre debutta la nuova competizione Uefa per Nazionali, denominata Nations League, che vede per la prima volta le 55 nazioni europee suddivise in 4 leghe in base al ranking UEFA. L’Italia è collocata nella Lega A in cui le migliori 12 nazionali sono suddivise in 4 gruppi di 3 squadre. Tra settembre e novembre l’Italia di Roberto Mancini giocherà contro la Polonia di Lewandoski e il Portogallo di Cristiano Ronaldo per un totale di 4 partite tra andata e ritorno. Il primo posto del girone qualifica la nazionale alla fase finale del torneo, che si svolgerà a giugno 2019 e che potrebbe disputarsi proprio in Italia, qualora la nostra nazionale si qualificasse. Anche la Nations League è un’esclusiva Rai con Rai 1, Radio Rai e Rai Play che trasmetteranno in diretta gli incontri con un ampio post partita.

Sempre in autunno la nazionale giocherà 2 amichevoli di prestigio contro Ucraina e Usa, che saranno un’altra esclusiva dei mezzi Rai e rappresentano un ulteriore banco di prova per Mancini al fine di riportare la Nazionale ai fasti di un tempo.
Un totale di 13 partite di grande appeal sportivo e soprattutto mediatico per l’autunno Rai con stime di ascolto che variano dai 5 ai 7 milioni di audience, stime in linea ai risultati storici con la possibilità di ulteriori miglioramenti in base ai sorteggi di Champions che avverranno il prossimo 30 agosto. Il numero degli incontri trasmessi da Rai sale a 19 se si considerano gli incontri della Nazionale Under 21, che sarà impegnata in 6 amichevoli internazionali al fine di preparare al meglio i prossimi Europei di categoria. Gli Europei si svolgeranno in Italia nel giugno 2019.

Pronta l’offerta commerciale di Rai Pubblicità abbinata al calcio d’autunno che propone i grandi volumi di ascolti del calcio con una politica di sconto ad hoc. Innanzitutto, la classica impaginazione pubblicitaria, con i break top collocati immediatamente prima e dopo i tempi di gioco e i quattro break di tabellare all’inizio del primo tempo, nell’intervallo e in chiusura del secondo tempo. Inoltre, un nuovo e coinvolgente formato pubblicitario, l’intro break, che debutta con la partita di Nations League del 7 settembre e che rappresenta una nuova e privilegiata posizione, distintiva per la comunicazione dell’inserzionista e in forte sinergia con i bumpers del canale. Il flusso dei break pubblicitari di tabellare abbinati al calcio pertanto prevede in apertura il fuori break a cui segue il bumper di rete, da cui esplode l’intro break e lo slot pubblicitario. L’intro break è previsto, oltre in apertura, anche in chiusura assieme al fuori break.

La visibilità del marchio e del prodotto è garantita dal branded content nei programmi di approfondimento, che rappresenta una nuova e importante tendenza nel panorama televisivo attuale. “La ricchezza della programmazione calcistica ci porta ad offrire ai nostri clienti una straordinaria copertura, se si guarda al numero totale delle partite”, afferma Giancarlo Cani, Direttore Commerciale di Rai Pubblicità. “Considerata l’elevata stima di ascolto complessiva, il nostro è dunque un calcio stellare in termini di performance”.

articoli correlati

MEDIA

Nuova organizzazione interna e risultati positivi nel quadrimestre per Rai Pubblicità

- # # # #

rai pubblicità

Rai Pubblicità chiude il periodo gennaio-aprile in pareggio rispetto al 2017 all’interno di un mercato non sempre favorevole. L’inizio d’anno è stato contrassegnato da un ottimo risultato del Festival di Sanremo e da una settimana negativa, a marzo, in occasione delle elezioni politiche. Evidenze positive si registrano però ad aprile.

Un andamento soddisfacente reso possibile dalla maggior sinergia con Rai voluta da Antonio Marano, Presidente e AD di Rai Pubblicità, che permette di concretizzare non solo proposte crossmediali più ricche ed evolute, ma anche l’eventizzazione dei contenuti attraverso attività promozionali sul territorio come il Festival di Sanremo, The Voice of Italy, il David di Donatello e il Giro d’Italia.

Grazie all’esperienza di Antonio Marano maturata in Rai dove ha ricoperto, tra l’altro, anche il ruolo di vice direttore, Rai Pubblicità sta riscoprendo e valorizzando le enormi potenzialità dei contenuti del suo editore. Importanti opportunità per la comunicazione commerciale sono inoltre le offerte di Product Placement e Branded Content su tutte le piattaforme tv, radio, web e cinema. I brand commerciali che condividono gli stessi valori dei contenuti Rai, qualità, autorevolezza, responsabilità, aumentano e valorizzano la loro reputazione. I clienti diventano così partner e protagonisti dell’esperienza Rai.

Da queste scelte nasce l’esigenza di una nuova riorganizzazione interna della concessionaria, iniziata già qualche mese fa, sia legata ad una nuova modalità di lavoro delle strutture già esistenti, sia grazie all’inserimento di professionisti commerciali con skill che non appartengono unicamente al mondo dell’advertising classico. Il team sta crescendo e si sta arricchendo di competenze a supporto della progettualità crossmediale sia offline che online. Tra le ultime new entry in casa Rai Pubblicità, Luca Poggi responsabile area Lombardia che ha lavorato precedentemente in Publitalia, Disney, Discovery e RCS e Laura D’Ausilio in qualità di responsabile dei centri media che vanta diverse esperienze in multinazionali quali Warner, Turner e Discovery.

“Siamo pronti ad affrontare il trimestre estivo con un palinsesto all’altezza della situazione”, commente Giancarlo Cani, Direttore Commerciale di Rai Pubblicità. “Giocheremo una partita molto impegnativa contro una concorrenza forte sul pubblico maschile, per questo indirizzeremo gran parte dei nostri contenuti ad un pubblico diverso, alternativo al calcio, come il mondo femminile, di particolare interesse per gli investimenti pubblicitari. Non mancheranno comunque eventi sportivi come il Tour de France, le partite della nazionale sia amichevoli che Nations League, European Championship e il GP di Formula Uno di Monza. Ci saranno poi anche importanti programmi dedicati alla musica, una serata evento per Bocelli, un tributo a Pino Daniele, Wind Music Awards e Tomorrowland”.

articoli correlati

MEDIA

Rai Pubblicità cresce nel digital: +28% nel primo trimestre 2018

- # #

Rai Pubblicità

Incremento straordinario del fatturato del Digital di Rai Pubblicità nel primo trimestre del 2018. Nel confronto con l’anno precedente si registra un +28%, oltre a un aumento del numero dei clienti attivi e un coinvolgimento sempre più elevato da parte dei top spender tv sulle offerte crossmediali della concessionaria, che si traduce in maggiori investimenti.

Francesco Barbarani, Direttore Area Radio, Digital e Cinema di Rai Pubblicità spiega le ragioni del successo: “Si confermano una viewability del 90% e kpi pubblicitari più che positivi. Il merito di questa performance è da attribuirsi all’ottima qualità dei contenuti Rai, accompagnata da un basso affollamento pubblicitario. In particolare, per la realizzazione del trend positivo hanno avuto un ruolo determinante i top event della Rai, proposti in forma crossmediale, come Sanremo, Montalbano, le Olimpiadi invernali e The Voice col suo ottimo esordio. La nostra offerta crossmediale viene completata dalle attività sui social, legate alle nostre iniziative speciali, che permettono la creazione di un racconto, disegnato a partire dalle esigenze dei brand”.

articoli correlati

MEDIA

Torna su Rai 2 The Voice of Italy. Main sponsor del programma Huawei, Volkswagen e Wind Tre

- # # # # # # #

The Voice of Italy

Dal 22 marzo al 10 maggio The Voice of Italy torna su Rai 2 con nuova edizione che cambia le regole del gioco per infiammare la competizione, imporsi sul mercato discografico e arrivare a tutti.

Un format più agile in 8 puntate, maggiore attenzione ai talenti e al meccanismo di selezione che si divide in 4 blind auditions, 2 knockouts, 1 battle e 1 final live show. Nuovi anche i protagonisti: un conduttore eclettico e originale come Costantino della Gherardesc

a gestire un cast di giudici eterogeneo e fortemente carismatico. J-Ax il rapper cantautore e produttore discografico, Francesco Renga icona del pop-rock italiano, Cristina Scabbia una rocker controcorrente, simbolo del metal contemporaneo, Al Bano colui che ha riscritto la definizione di nazional-popolare.

Main sponsor del programma Huawei, Volkswagen e Wind Tre. Huawei, leader mondiale della tecnologia, in qualità di Mobile Partner del talent offrirà il supporto tecnologico ideale per ascoltare e vivere la musica. T-Roc, il primo crossover compatto della Volkswagen sarà invece Automotive Partner del programma. Forte dello spirito Born Confident, come anche ai partecipanti di The Voice, accompagnerà i giudici e i concorrenti alla conquista della quinta edizione del talent. E naturalmente anche Wind Tre, da sempre vicino al mondo della musica. La società, guidata da Jeffrey Hedberg, è ai vertici del mercato mobile in Italia e tra i principali operatori alternativi del fisso.

I main sponsor sono stati coinvolti sin da subito con un evento sul territorio caratterizzato dall’elemento iconico di The Voice, la poltrona del giudice, valorizzata da dettagli decorativi riportanti propri i loghi degli Sponsor.

Il tour unconventional, partito da Sanremo con una postazione nei pressi del Teatro Ariston in occasione del Festival, ha raggiunto i punti più affollati della città di Milano per coinvolgere il pubblico nelle vicinanze. Piazza Gae Aulenti il 3 e 4 marzo, Milano Mecenate all’interno delle Officine del Volo il 7 marzo e il Tempo dei libri dall’8 al 12 marzo. Domani, sabato 17 marzo, l’appuntamento sarà alle Colonne di San Lorenzo, dove verrà allestita la postazione con la poltrona e sarà proiettato sulla facciata di uno dei palazzi della piazza un video mapping dedicato al tour e agli sponsor. Tappa finale del percorso Piazza Tre Torri – City Life il 14 e il 15 aprile.

Rai Pubblicità ha realizzato per gli sponsor un progetto a 360° che, oltre a un’ampia visibilità sul territorio, prevede anche un’offerta crossmediale capace di garantire una copertura media integrale su tutte le piattaforme coinvolte: Rai 2, Rai Radio 2, RaiPlay, Cinema, RaiPlay Radio.

Su Rai 2, il programma, per tutte le 8 puntate, sarà preceduto da un segmento editoriale di anteprima con placement qualitativo (durata 10’) in testa a The Voice. Prevista anche un’impaginazione pubblicitaria ad hoc con una nuova posizione: super spot 60’’ complessivi.

Su Radio 2 diretta “The Voice of Radio 2” con Ema Stockolma e Gino Castaldo. Tantissimi i programmi dal canale che, in sinergia con The Voice, faranno approfondimenti sui backstage dell’evento. Racconteranno sviluppi ed aggiornamenti ed ospiteranno i coach a rotazione o i talent vincitori dell’ultima serata: tra gli altri “KGG”, “Gli Sbandati”, “Me Anziano You TuberS”, “Back 2 Back”.

Brandizzazione adv anche di tutti i contenuti digital proposti su RaiPlay. Valorizzazione nativa delle clip daily di Rai 2. Realizzazione di clip ad hoc per gli sponsor e pubblicazione all’interno dello speciale The Voice. Social storytelling brandizzato sul profilo di The Voice legato al placement tv.

Per quanto riguarda il cinema, nelle sale del circuito Rai Pubblicità, andranno in onda clip 90’’ di best of della settimana on air in posizione ad hoc con sponsor in apertura o chiusura. Prevista anche una promo The Voice per reminder della serata prime time.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Rai Pubblicità presenta Back 4/Wake up, il branded content realizzato per Ford

- # # # #

Ford

Back4/Wake up: da venerdì 16 marzo alle 23:15 con replica il giorno successivo alle 15, su Rai 4, andrà in onda il branded content realizzato per Ford in collaborazione con Rai Pubblicità. 6 puntate con il cestista Carlton Myer per imparare ad uscire dalla routine quotidiana e adottare uno stile di vita da sportivo.

Back4/Wake up si sviluppa attorno a 6 storie di persone apparentemente sedentarie che vengono risvegliate da un campione dello sport italiano, in questo caso Carlton Myers, ex fuoriclasse del basket italiano. Ogni settimana, Carlton e il suo nuovo compagno di viaggio, a bordo di una nuova Ford EcoSport, vivono un week-end fuori dall’ordinario assieme a due ospiti di due diverse discipline sportive di tendenza. Gli atleti raccontano le proprie evasioni dalla sedentarietà e dalla routine quotidiana e in questo modo riescono a cambiare la prospettiva e lo stile di vita del non-sportivo.

Un programma innovativo con una forte originalità creativa e narrativa, dunque, che unisce sport e brand grazie ai racconti di un testimonial di eccezione. Back4/Wake up ricalca Back, lo sport dietro le quinte, programma che racconta in modo originale il mondo degli sportivi, in onda tutti i giorni su Rai Sport.

Back4/Wake up è prodotto della Pubbliteam di Ferrara, nato da un’idea di Igino Tani, scritto da Alessandra Guen e diretto da Fabio Frabetti.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Rai Pubblicità, operazioni unconventional per promuovere The Voice 2018

- # # #

rai the voice 2018

Si è tenuta ieri sera presso gli Studi Rai di via Mecenate la serata organizzata dal broadcaster per il lancio di The Voice 2018, programma che andrà in onda su Rai 2 e Radio 2 a partire da martedì 20 marzo. La serata è stata animata dal DJ Set di Radio 2 e ha visto la presenza del Direttore di Rai 2 Andrea Fabiano, del conduttore del programma Costantino della Gherardesca, dei 4 coach Al Bano, Cristina Scabbia, Francesco Renga e J-Ax, e degli sponsor Huawei, Volkswagen e Wind.

Gli sponsor che hanno aderito all’articolata proposta di comunicazione crossmediale di Rai Pubblicità a supporto dell’evento, costituita da Tv placement, Radio, Licensing, Cinema, Digital ed Eventi, sono stati coinvolti nel percorso di avvicinamento al programma televisivo attraverso una serie di operazioni unconventional che ruotano attorno all’elemento iconico di The Voice, la poltrona del giudice. Difatti le mitiche poltrone della competizione canora, valorizzate da elementi decorativi riportanti i loghi degli Sponsor, sono le protagoniste di un set fotografico itinerante in cui le persone sono invitate a sedersi per farsi scattare una foto ricordo.

Il tour di comunicazione, partito da Sanremo con una postazione nei pressi del Teatro Ariston in occasione del Festival, si sviluppa in 6 tappe complessive che coprono i punti più affollati della città di Milano per coinvolgere il pubblico nelle vicinanze. Ieri è stata la volta di Milano Mecenate all’interno delle Officine del Volo, subito dopo la sosta di Piazza Gae Aulenti avvenuta il 3 e 4 marzo. Seguiranno il Salone del libro dall’8 al 12 marzo e le Colonne di San Lorenzo, dove sabato 17 marzo verrà allestita la postazione con la poltrona e sarà proiettato sulla facciata di uno dei palazzi dell’area un video mapping dedicato al tour e agli sponsor. Tappa finale del percorso Piazza Tre Torri – City Life a metà aprile. Una community di utenti supporterà l’evento per rendere virali le foto sui social media.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Rai Pubblicità presenta l’offerta commerciale dedicata al Giro d’Italia 2018

- # # # #

Giro d'Italia - Rai

Il prossimo 4 maggio torna il Giro d’Italia e per la prima volta nella sua storia centenaria la partenza è fissata fuori dai confini europei: si parte infatti da Gerusalemme e dopo 3.546 chilometri, con 44mila metri di dislivello e leggendarie montagne come l’Etna, il Gran Sasso, lo Zoncolan, il Sestriere e il Colle delle Finestre (che con i suoi 2.178 metri è la cima Coppi di questa edizione) si arriva a Roma il 27 maggio, nello splendido e storico scenario dei Fori Imperiali sotto il Colosseo.

A questa edizione parteciperanno 176 corridori tra i migliori del panorama internazionale da Chris Froome, plurivincitore del Tour, a Fabio Aru, la speranza azzurra, fino al vincitore della passata edizione l’olandese Tom Doumoulin.

I canali Rai seguiranno in diretta e in esclusiva HD l’intera manifestazione attraverso Rai 2 e RaiSport+Hd che garantiranno oltre 200 ore di immagini esclusive e oltre 100 ore su RaiRadio 1 e 2 di diretta e approfondimento. Anche il digital seguirà l’evento attraverso la diretta streaming e vod sia su RaiPlay sia RaiSport.rai.it.

La giornata televisiva standard inizia su RaiSport+HD con il magazine Villaggio di partenza alle ore 12.15 e a seguire Prima diretta fino alle 14.30 dove viene raccontata la prima parte della tappa. La programmazione di Rai 2 inizia alle 14.00 con Viaggio nell’Italia del Giro che racconta la storia delle città toccate dalla carovana rosa. Alle 14.30 la linea passa alla Grande Corsa che segue la corsa con la presenza di ospiti e campioni in studio. Il clou della giornata inizia però alle ore 15.00 con Giro Diretta e Giro arrivo con la telecronaca delle fasi finali di ogni tappa. Chiude il pomeriggio di Rai 2 il Processo alla tappa dove vengono analizzati i tempi più importanti con gli ospiti della corsa appena conclusa in studio. Alle 20.00 RaiSport+HD trasmette Tgiro, trasmissione imperdibile con sintesi, interviste e curiosità per tutti gli appassionati che non hanno potuto seguire la diretta. Chiude la lunga giornata Rosa Giro Notte, sempre su RaiSport+HD con la sintesi della tappa.

Rai Radio 1 oltre ai collegamenti all’interno dei Gr Sport e finestre all’interno di Un giorno da pecora e Fuorigioco prevede la diretta live con la trasmissione Sulle strade del Giro. Rai Radio 2 seguirà invece il giro attraverso Caterpillar am e KGG in diretta dalla location della tappa e nel weekend con Italia nel pallone. Dal lato digital è garantita ampia copertura con il simulcast della tappa, rubriche accessorie, interviste e highlighs.

L’offerta commerciale prevede da un lato moduli coverage crossmediali a presidio dell’intera manifestazione e declinati su tutti i mezzi e offerte singole per ciascun mezzo che offrono un ventaglio di offerte per intercettare le diverse esigenze di comunicazione dei clienti. I moduli Coverage sono riservati a 4 investitori e prevedono inserimenti pubblicitari nelle posizioni di maggior prestigio su Tv, Radio e digital e raggiungono grp televisivi che variano da 530 a 500 sul target uomini.

Per quanto riguarda l’offerta televisiva viene confermata la modalità di vendita dello scorso anno con le 2 variabili Tipologia tappa ossia la suddivisione delle 21 tappe in 3 Moduli di crescente interesse e audience (Bronze, Silver e Gold) e Fasi Tappa, cioè la ripartizione della singola tappa in 3 fasi in base alla crescente curva di ascolto (Diretta, Arrivo e Winner) che compongono una matrice che dà origine a numerose combinazioni per garantire al cliente un ampio ventaglio di scelta. Per quanto riguarda le iniziative speciali gli Split screen e gli inspot sono venduti a Moduli di 7 passaggi, 1 per tappa, mentre i Billboard sono in abbinamento all’intera trasmissione dell’evento con sigle posizionate sia su Rai 2 che su RaiSport+HD.

Per quanto riguarda la tabellare e i fuori break sono confermati i moduli giornalieri che prevedono 7 passaggi suddivisi tra Rai 2 e RaiSport+HD e che si rivolgono principalmente ai clienti interessati alla manifestazione ma anche a tutti gli investitori in campagna nel periodo e che possono quindi scegliere la tappa per ottimizzare i piani.

L’offerta radio prevede tabellare e iniziative speciali così come il digital che propone i classici formati spot video, medium rectangle e floor ad come tabellare e moduli di iniziative speciali composti da native box sulla home page di RaiPlay e il Branded content social sulle pagine facebook di RaiSport.

articoli correlati

MEDIA

Rai Pubblicità sostiene il David di Donatello con un progetto crossmediale

- # # #

David di Donatello

Il 21 marzo sarà la notte del David di Donatello. La cerimonia di premiazione andrà in onda su Rai 1 con la conduzione di Carlo Conti, su Radio 2 e Rai Play, mentre Rai Movie, assieme a Rai Play, presenterà il red carpet.

A sostegno dell’evento, Rai Pubblicità ha realizzato un articolato progetto di comunicazione crossmediale: spot, fuori break, billboard, inviti all’ascolto, inspot e telepromozioni per la tv con la forza delle sue immagini; promo sponsorizzati, billboard e promozioni per la radio, da sempre colonna sonora dei grandi eventi; spot video multipiattaforma, medium rectangle, floor ad video e iniziative speciali per il web con la sua capacità penetrativa; spot e spazi espositivi per le sale cinematografiche, habitat naturale delle grandi storie.

Connubio sempre più stretto tra Cinema e Rai Pubblicità, dunque, dopo gli ottimi traguardi commerciali raggiunti dal circuito cinematografico della concessionaria, che ha chiuso il 2017 con un incremento del fatturato (+25% rispetto all’anno precedente) e del numero dei clienti che ha superato quota 130 grazie alla realizzazione di nuovi formati e al rafforzamento del proprio parco sale, oggi costituito da 600 schermi e 20.000.000 spettatori.

Il tutto in un mercato cinematografico che risulta essere pressoché stabile in termini di biglietti venduti, attestandosi sui 90 e 95 milioni, se si escludono quei film dal risultato eccezionale, come “Quo Vado” di Checco Zalone, che nel 2016 aveva portato da solo oltre 10 milioni di spettatori. Nell’anno in corso il successo dei film di Verdone, Ozpetek, Salvatores e Albanese sta rafforzando la prestigiosa community degli spettatori cinematografici che vive e condivide la magica esperienza del film in sala con largo anticipo rispetto alla fruizione nelle altre piattaforme.

“L’offerta Cinema di Rai Pubblicità si colloca all’interno di una proposizione crossmediale sempre più completa e unica sul mercato, dove la sala costituisce il touch point esclusivo sul territorio”, dichiara Massimiliano Langs, Responsabile Commerciale e Marketing Cinema. “Nel 2018 vogliamo consolidare i traguardi raggiunti e realizzare nuovi progetti che facciano leva sulla qualità del prodotto. Non solo film in sala, ma anche musica, sport e fiction come il concerto di Vasco Rossi in diretta e le prime due puntate di Gomorra in anteprima dello scorso anno e la fiction Rai su De Andrè di quest’anno, certi che l’emozione del grande schermo rimane unica”.

articoli correlati