BRAND STRATEGY

“Ignite your city”, Puma presenta il settimo episodio della video serie dedicata ai runner

- # # # # # #

Puma lancia il settimo episodio dell’innovativa video serie “Ignite your city“, nata per raccontare, attraverso le immagini, le diverse running experience nel mondo; la serie ha come protagonisti la scarpa da running Puma Ignite, la passione sfrenata per la corsa e dieci famose metropoli mondiali.

Ignite Your City è un vero e proprio tour di dieci tappe che toccherà dieci città del mondo, ognuna della quali vedrà impegnati un gruppo di runners a percorrere diversi chilometri per ogni tappa, permettendo così di far scoprire agli spettatori paesaggi incredibili, percorsi unici e la bellezza della corsa, offrendo loro l’opportunità di potersi ispirare a queste crew per cercare nuove strade, tracciare nuovi percorsi e raggiungere nuovi traguardi anche nelle proprie città.

Nel settimo episodio della serie, ambientato a Parigi, capitale e città più popolosa della Francia, quattro runners si sono dati appuntamento a mezzanotte lungo il Canal Saint-Martin – un canale lungo oltre 4 km che corre interamente all’interno dei quartieri orientali della metropoli, collegando la Senna, attraverso il bacino dell’Arsenale con il Bacino della Villette – per un’incredibile corsa notturna che li ha visti raggiungere piazza Denfert-Rochereau e proseguire attraverso un passaggio segreto che li ha condotti direttamente nelle famose Catacombes, le catacombe parigine – l’ossario sotterraneo che conserva i resti di circa sei milioni di persone e occupa una parte di caverne e gallerie di un’antica cava, diventato un’attrazione turistica all’inizio del XIX secolo e aperto al pubblico nel 1874 – dove hanno potuto vivere un’esperienza unica ed elettrizzante nelle caverne sotterranee dell’ossuaire municipal fino a raggiungere un’uscita insolita che li ha portati lungo una via che conduce a Montmartre – la collina nella zona nord di Parigi, di cui rappresenta il punto più alto, all’interno del XVIII arrondissement, famoso per essere stato il centro della vita bohémienne durante la Belle Époque – e continuare la corsa arrivando alla famosa Basilique du Sacré-Cœur, posta sulla sua sommità della collina, terminando così la strepitosa prova davanti al panorama mozzafiato della metropoli illuminata.

Per poter affrontare il freddo e le condizioni di scarsa visibilità i quattro runners francesi hanno indossato la nuova collezione Apparel Puma NightCat, dotata della tecnologia visiCELL che combinata a dettagli riflettenti 3M e inserti luminosi con luce al LED, garantisce la massima sicurezza e riconoscibilità e le nuove scarpe IGNITE PWRWARM con speciale inserto nella tomaia che aiuta a regolare la temperatura interna della scarpa mantenendo il piede caldo e asciutto.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Autodromo Nazionale di Monza e AC Milano aprono per la prima volta alla mitica Mille Miglia

- # # # # # #

L’Automobile Club Milano ha annunciato come, per la prima volta nella storia, domenica 17 maggio il celebre Circuito di Monza ospiterà la corsa più bella del Mondo, la leggendaria Mille Miglia. L’Automobile Club Milano è riuscito infatti nei mesi scorsi a chiudere un importante accordo con i rivali di un tempo, oggi amici, dell’Automobile Club Brescia, e sotto l’egida ufficiale di Expo Milano 2015, l’Autodromo Nazionale di Monza ospiterà per la prima volta nella storia la mitica Mille Miglia.

E così, ciò che mai era avvenuto in precedenza, sarà per la prima volta realtà: a partire dalla primissima mattina di domenica 17 maggio tutte le auto in gara nell’edizione 2015 della corsa per auto d’epoca per eccellenza si concentreranno nel paddock dello storico circuito di Monza per poi sfidarsi, dopo aver passato i controlli dei commissari, in una prova cronometrata di regolarità che influirà sulla classifica finale della Mille Miglia 2015. Gli straordinari modelli d’epoca in corsa sfrecceranno dapprima sulla Pista Stradale e successivamente anche sull’intera storica Pista Alta Velocità, il mitico “ovale” di Monza, celebre per le sue curve sopraelevate, il cosiddetto “banking”, vera e propria icona del motorsport mondiale, ufficialmente chiuso alle competizioni motoristiche nel lontano 1969 in occasione della 1000 km di Monza di quell’anno, e recentemente parzialmente restaurato da AC Milano ed Autodromo Nazionale di Monza.

Saranno oltre 550 le vetture, che daranno spettacolo sulla mitica pista: le ben 438 iscritte alla vera e propria gara e le oltre 120 del “Tribute Mille Miglia” (categoria riservata alle vetture G.T., che saranno raggruppate in una classifica separata). Come ogni anno la famosissima corsa vedrà impegnati team e piloti di prima grandezza, oltre a celebrità e VIP provenienti da ogni parte del globo, tra i quali testimonial di lusso come Stirling Moss, ex pilota F1 che nel 1955 sulla mitica Mercedes 300 SLR vinse con l’incredibile – nonché, imbattibile ed imbattuto – tempo record di 10h7’48”. Sir Moss, insieme ad altri ex piloti come Hans Herrmann e Ralf Schumacher, fratello di Michael, si esibirà, fuori classifica, per celebrare i sessant’anni del suo celebre trionfo. Della partita saranno, tra i tanti altri, anche l’icona del calcio mondiale Javier Zanetti e la chef star Joe Bastianich.

Lo straordinario evento motoristico, primo ed unico del suo genere, sarà aperto al grande pubblico senza sovraprezzi: chiunque, senza pagare altro oltre al tradizionale biglietto quotidiano d’ingresso all’area dell’Autodromo Nazionale di Monza (ticket fisso a 5 €), potrà toccare con mano il concretizzarsi di un sogno: tutti gli spettatori potranno infatti visitare il paddock prima e durante le prove di regolarità, avvicinare i piloti e le icone su quattro ruote mai viste prima in un’unica concentrazione, per poi diventare spettatori privilegiati di uno spettacolo realmente ineguagliabile. Una vera gioia per gli occhi: ammirare le splendide auto d’epoca prima della performance e successivamente sentire il rombo dei motori di un tempo impegnati a sfidarsi percorrendo il circuito più glorioso e suggestivo al Mondo, il tempio della velocità, l’Autodromo Nazionale di Monza. Alle ore 8.45 è previsto il passaggio della prima vettura del Tribute Mille Miglia (categoria riservata alle vetture G.T., che saranno raggruppate in una classifica separata), mentre alle 10.15 circa partirà il primo concorrente della Mille Miglia 2015. Proprio nell’anno di Expo Milano 2015, dunque, Regione Lombardia diventa protagonista di un altro appuntamento indimenticabile, e l’esposizione universale avrà un suo ruolo tangibile all’evento: tutte le auto in gara alla Mille Miglia sfileranno infatti con il logo di Expo Milano 2015 ben visibile.
E proprio al fine di rendere omaggio all’Expo di Milano 2015, ma evitando di bloccare la viabilità dell’esposizione internazionale con il passaggio delle vetture in gara, il tributo alla stessa avverrà prima dell’ingresso in Autodromo con un passaggio presso la Villa Reale di Monza, che di Expo Milano 2015 è sede di rappresentanza.

Le sorprese, però, non finiranno qui: alla fine delle “ostilità” in pista (prevista all’incirca per le 13.00) tutti i normali appassionati di auto potranno immediatamente emulare i piloti in gara, percorrendo con la propria auto di qualsiasi anno e cilindrata, il medesimo tracciato da poco percorso dai piloti in gara, compreso lo storico Anello Alta Velocità con le sue due mitiche sopraelevate. Un sogno che diventerà per la prima volta realtà per ogni amante di automobilismo a partire dalle ore 14.00, per l’intero pomeriggio. Info e modalità per la prenotazione dei propri turni in pista al sito web www.monzanet.it.

“L’accordo fra AC Milano ed AC Brescia nel segno della Mille Miglia è motivo di grande soddisfazione” sottolinea l’Avvocato Geronimo La Russa, vicepresidente di Automobile Club Milano con delega alle manifestazioni storiche e più volte partecipante alla Mille Miglia, “e sicuramente rappresenta solo l’inizio di una collaborazione che in futuro porterà ulteriori interessanti iniziative congiunte per la valorizzazione del patrimonio dell’automobilismo storico. Ci sono voluti quasi novant’anni per celebrare questo matrimonio (l’Autodromo è stato costruito nel 1922), ma finalmente, grazie al lavoro e alla collaborazione fra Automobile Club Brescia ed Automobile Club Milano, quello che è sempre stato un sogno di tutti gli sportivi diventa finalmente una splendida realtà. Nell’anno di Expo Milano 2015, la Mille Miglia Revival, transita quindi da Monza, in un passaggio che celebra i suoi simboli: la Villa Reale, il Parco ed ovviamente l’Autodromo Nazionale di Monza”.

articoli correlati

AGENZIE

La maratona lunga sei mesi di Challenge Sportmarketing: gli eventi del 2014

- # # # # #

È iniziato ”di corsa” il 2014 di Challenge Sportmarketing, agenzia di sportmarketing: una maratona lunga 6 mesi attraverso l’Italia, partita a gennaio con l’obiettivo di promuovere uno stile di vita sano, dove la corsa è vissuta come un momento di salute, benessere e condivisione con tutta la famiglia. La collaborazione con un partner storico come Conad è stato lo start del programma Corri Conad 2014, un binomio vincente di “genuine sport” e attenta alimentazione che Challenge Sportmarketing ha seguito a 360°.
Primo appuntamento il Fitwalking del Cuore di Saluzzo del 19 gennaio, evento leader del walking made in Italy. Ad un mese di distanza la tappa successiva, con la prestigiosa 42km di Napoli e a seguire la boa di metà percorso, la Maratona di Roma del 23 marzo, tra le gare più sentite e partecipate d’Italia. La tappa di Roma è stato anche un momento di riflessione per la strada percorsa: “Il circuito Corri Conad 2014 segna un importante salto di qualità del programma“ ha dichiarato Roberto Terzaghi, amministratore unico di Challenge Sportmarketing. Le due new entry della Maratona di Roma e del Fitwalking del Cuore, „unitamente alla nuova intrigante partnership con Runner’s World e alla costante crescita di Maratona di Napoli e Firenze Marathon – hanno consentito di ampliare la copertura territoriale del circuito e di raggiungere un numero di contatti field davvero importanti”. Pescara (19 ottobre) e Ravenna (9 novembre) saranno le successive mete da raggiungere per arrivare poi al gran finale di Firenze il 30 novembre.
Ad aprile Challenge Sportmarketing torna a giocare in casa, a Milano, per l’appuntamento con la 14esima Suisse Gas Milano Marathon organizzata da Rcs Sport. Tenendo fede ai capisaldi dell’agenzia, innovazione, divertimento e conoscenza, si è sviluppato il progetto #cityrunners, ideato da adidas e nato grazie alla collaborazione con Milano Marathon. A disposizione di 42 neo runners selezionati tra giornalisti, blogger, influencer e consumatori, 4 trainer, capitanati da un head coach d’eccezione come Giorgio Rondelli con l’obiettivo di prepararli in vista della Relay.
La maratona meneghina è stato il palcoscenico anche di una seconda sfida per Challenge Sportmarketing – ancora in collaborazione con RCS Sport – che in vista del Mondiale in Brasile ha portato insieme a Continental l’emozione delle notti azzurre al Marathon Village. Animazione, calcio balilla e la trasmissione dei successi della Nazionale oltre a performance spettacolari di calcio freestyle, palleggi al ritmo di samba e una sfida ai calci di rigore per rivivere tutte le emozioni di Berlino 2006.
Dal 9 maggio al 1 giugno si abbandonano momentaneamente le scarpe da corsa per saltare in sella e seguire le 21 tappe del Giro d’Italia con La Gazzetta dello Sport. Ad aprire la Carovana torna l’immancabile truck, quest’anno “ricoperto” dalle migliori prime pagine del quotidiano. Ad accompagnare la corsa si aggiunge il Gazzetta Sunny, un mezzo nuovo ed originale, ideato su misura per l’evento per coinvolgere e dare la giusta carica alle migliaia di appassionati del giro in vista della volata finale, mentre nei Villaggi di partenza e arrivo un Air Stream ha ospitato il Gazzetta Store con tutto il suo merchandising.
Subito dopo Challenge Sportmarketing riprende a correre per l’appuntamento milanese della Ing Run for UNICEF del 18 giugno, evento globale che ha coinvolto tutti i dipendenti delle filiali Ing direct nella raccolta fondi destinata all’Unicef.
Nello stesso mese esplode la febbre mondiale e Challenge Sportmarketing consolida la propria partnership con Gazzetta dello Sport, allestendo lo stesso Air Stream utilizzato durante il Giro d’Italia all’interno degli spazi della Fabbrica del Vapore per esporre e vendere il merchandising Gazzetta dedicato alle squadre e ai campioni impegnati nel Campionato del Mondo. Nello stesso contesto si cercano insieme a Sloggi i tifosi DOC non solo italiani, con lo shooting “Scopri il tifoso che c’è in te!”. Gli scatti più particolari e divertenti sono stati pubblicati sulla pagina Facebook ufficiale di Sloggi Italy.

articoli correlati

AZIENDE

Run For Parkinson: la quinta edizione dell’evento dedicato alla lotta alla malattia

- # # # # #

Un unico evento, 10 nazioni coinvolte, più di 40 città partecipanti solo in Italia, 50.000 iscritti e 380.000 km percorsi nell’ultima edizione 2013: questi sono i numeri della Run For Parkinson’s, l’iniziativa internazionale di sensibilizzazione giunta alla quinta edizione italiana.
Con la diagnosi, la vita del malato di Parkinson e quella della sua famiglia si trasforma in una maratona piena di ostacoli. Da questa metafora nacque l’idea della corsa a beneficio dei parkinsoniani e delle loro famiglie. Una corsa non competitiva che raduna pazienti, amici, parenti e sostenitori per testimoniare, con la loro presenza, l’impegno e la solidarietà verso chi ha sviluppato la patologia. Si tratta del più grande evento al mondo dedicato alla malattia, promosso nel nostro Paese dall’associazione Italia Run for Parkinson’s. Molteplici corse si svolgono in tutto il territorio, dando vita a un evento ludico e sportivo di caratura nazionale che coinvolge il pubblico in un atto di solidarietà verso i pazienti e i loro caregiver. La Run For Parkinson’s prende il via ad Aprile, mese in cui ricorre ogni anno la Giornata Mondiale del Parkinson, e si snoda attraverso diverse iniziative in tutta Italia, fino a luglio, con apice nella corsa al Parco di Monza del prossimo 8 giugno, organizzata da A.I.G.P. Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani. A fare da testimonial all’evento anche quest anno sarà il campione olimpico, Jury Chechi.
Run for Parkinson’s nasce in spagna nel 2010, da un’intuizione di un gruppo di malati di Parkinson ,proprio come metafora degli ostacoli che quotidianamente i pazienti e le loro famiglie affrontano. Nel 2011 la manifestazione giunge per la prima volta anche in Italia, grazie ad A.I.G.P., dando vita a due grandi eventi che si tennero a Milano e Venezia. I numeri della manifestazione sono andati crescendo nel corso degli anni. Nell’ultima edizione le città italiane che hanno aderito all’iniziativa sono state quarantadue. Una manifestazione inarrestabile, che riunisce sempre più partecipanti a testimonianza del fatto che il Parkinson non si ferma ma anche che le persone non sono disposte a interrompere la loro marcia verso sfide sempre nuove. Se lo scorso anno infatti, la somma totale dei chilometri percorsi sarebbe stata pari alla distanza Terra-Luna, quest anno l’obiettivo è ancora più ambizioso: infrangere la barriera del suono. La partecipazione è aperta a tutti e chiunque può decidere di correre o anche camminare, secondo le proprie possibilità. Per conoscere le singole iniziative basta collegarsi al sito http://www.run4parkinson.org/it/quando.html.
“Run For Parkinson’s rappresenta l’occasione di vivere la malattia in modo attivo, da veri protagonisti. Una corsa è sicuramente quanto di più lontano ci sia, nell’immaginario comune, dal soggetto affetto da problemi motori ma proprio per questo rappresenta una meravigliosa seconda possibilità per affermare con i fatti la volontà di vivere e di non soccombere passivamente a un percorso già segnato da questa diagnosi” dichiara Claudia Milani, Presidente di Italia Run For Parkinson che prosegue: “Run For Parkinson’s è un’iniziativa nata da gruppo di persone che non hanno altro fine se non quello di testimoniare, divertendosi, questa realtà”.
In Italia sono 250.000 le persone che hanno sviluppato la malattia; di questi 1 su 4 ha meno di 50 anni. Secondo i dati recentemente diffusi dall’EPDA – European Parkinson’s Disease Association per il 2030 si stima un raddoppiamento delle cifre. L’età di insorgenza della patologia si va via via abbassando, tanto che oggi si conta almeno un 10% dei parkinsoniani con meno di 40 anni. Sebbene vi siano state significative evoluzioni in ambito diagnostico, terapeutico e scientifico e oggi sia possibile controllare il Parkinson, ancora non si conosce una cura definitiva in grado di sconfiggerne la progressione o la comparsa.
Ci sono 5.000.000 di persone con Parkinson nel mondo. Cinque milioni di buone ragioni per correre tutti insieme. La lotta al Parkinson non conosce frontiere.

articoli correlati