FIND

Cristina Fiabane nuovo Chief Operating Officer

19 ottobre 2017

Cristina Fiabane è il nuovo Chief Operating Officer di FIND l’agenzia indipendente specializzata in Search Marketing fondata e guidata da Marco Loguercio.

Cristina Fiabane è il nuovo Chief Operating Officer di FIND l’agenzia indipendente specializzata in Search Marketing fondata e guidata da Marco Loguercio.

Dal 2014 già Client Director in FIND, Fiabane ha un passato professionale tanto in società di consulenza strategica come A.T.Kearney che in agenzie digital. Ma, soprattutto, ha già lavorato a fianco di Loguercio in SEMS, supportando la crescita dell’agenzia e raccogliendone le redini operative al momento dell’uscita nel 2012.
In un percorso evolutivo che vede adesso l’agenzia impegnata anche a strutturarsi per favorire una graduale crescita che mantenga i valori e i caratteri distintivi che hanno favorito in questi primi 5 anni il successo di FIND, Fiabane sarà responsabile dello sviluppo dell’organizzazione e dei processi interni; processi che valorizzeranno e renderanno ancora più efficace ed efficiente il lavoro degli specialisti dell’agenzia, che oggi consta di una ventina di consulenti (53% uomini, 47% donne, all’insegna delle pari opportunità) con una seniority superiore alla media delle agenzie del settore.
Con Loguercio, Rusconi e Spinelli, Cristina Fiabane fa parte anche del comitato di direzione di FIND.

“Il nuovo incarico di COO rappresenta la formalizzazione di un incarico che Cristina sta portando avanti di fatto sin dal suo ingresso in FIND nel 2014. Le sue capacità organizzative, che ho avuto modo di apprezzare già ai tempi di SEMS e che fanno di lei una figura amata anche dalle persone con cui lavora quotidianamente, sono di fatto una garanzia per me e per tutti gli stakeholder che ruotano attorno a FIND”, ha spiegato Marco Loguercio.

FIND intanto, pur mantenendo una dimensione e un approccio da agenzia “boutique”, che punta ai risultati e alla soddisfazione dei clienti, prosegue nel suo percorso di crescita. Nei primi 9 mesi del 2017 ha fatto segnare +37% di fatturato rispetto allo stesso periodo del 2016, che diventa +50% se si guarda al solo terzo trimestre.

“La crescita di fatturato e di marginalità rappresenta sicuramente un buon indicatore di salute, visto che oltretutto i nostri numeri non includono il media buying, ma non è la nostra ossessione. Anzi.
L’incremento è infatti arrivato sia dall’acquisizione di un paio di nuovi, importanti clienti; sia soprattutto dall’incremento delle attività sui clienti esistenti, a dimostrazione della fiducia che riusciamo a ottenere grazie a un approccio proattivo e alle capacità e competenze del mio team.
Ma una cosa che amo sottolineare è che ultimamente stiamo riuscendo a portare a bordo progetti veramente belli e sfidanti, che ci vedono contribuire attivamente alla marketing transformation delle aziende; che ci vedono coinvolti sempre più spesso ai tavoli delle decisioni che contano -uno dei nostri clienti più grandi ha voluto dedicare una voce rilevante al search marketing nel suo piano industriale- e a supporto anche della formazione delle risorse interne ai clienti. Senza dimenticare le preziose informazioni che forniamo loro su comportamenti di ricerca e di acquisto dei loro clienti e prospect, frutto delle nostre attività di intelligence. Le prospettive per il 2018 sono quindi ottime”, ha commentato Loguercio.