Costa (Country Manager WPP): “Il nostro 2018 chiuderà a +8%”. Nel 2019 il Campus WPP

19 luglio 2018

campus wpp

“Nel 2018, le prime valutazioni ci indicano un chiusura a +8% per il gruppo WPP nella sua interezza”, esordisce Massimo Costa, Country Manager del Gruppo, in un incontro stampa dedicato alle novità in chiusura del primo semestre. “In questa fase il mercato appare un po’ rallentato, frutto dell’incertezza legato alle molte novità in ambito politico, a partire dalla formazione del governo, ma le proiezioni rimangono positive. Per quanto ci riguarda direttamente, il margine operativo è in crescita a doppia cifra”.”,
“Come gruppo stiamo crescendo molto più del mercato, che stimiamo arriverà a un +2% a fine anno”, aggiunge Massimo Beduschi, a capo di GroupM e COO di WPP Italia. “Quanto al fatturato consolidato, viaggiamo sui 400 milioni l’anno, per il 70% prodotto da clienti locali”.
Pur in presenza di cifre che non sono divulgate nei dettagli, essendo WPP quotato alle Borse di Londra e New York, l’insieme è la conferma di una crescita che ha visto il Gruppo in 10 anni lievitare del 30% nei fatturati, a fronte di un mercato che nello stesso tempo si è contratto del 20% in valore assoluto, e del 40% se si calcola che all’inizio era virtualmente inesistente l’apporto di Google e Facebook, stimato attualmente intorno ai due miliardi.

“È anche per queste cifre che abbiamo avuto dall’headquarter l’approvazione per il lancio del WPP Campus”, prosegue Costa. “la nuova sede che, a partire dalla prossima primavera, riunirà gradualmente tutti i 2.300 dipendenti WPP, provenienti dalle 65 aziende del Gruppo attualmente a Miano. Progettato dallo stesso studio di architettura, BDS di Londra, che ha già firmato i progetti dei Campus a New York e a Shanghai, e di quelli di prossima apertura a Londra, Madrid ed Amsterdam. Si tratta di progetto già attivo, in parte in locazione, nella sua attività di trasformazione e adattamento degli spazi: un’operazione di riqualificazione industriale di circa 30.000 metri quadrati in area Navigli, nell’ex Complesso Industriale “Richard Ginori” con una delle attigue torri Richard”.

Un investimento importante, che testimonia la fiducia di WPP nel potenziale di crescita del nostro Paese, che permetterà a tutti i talenti provenienti dalle 65 aziende del gruppo WPP di lavorare a stretto contatto. Il campus permetterà inoltre una sinergia strategica, gestionale e finanziaria, per massimizzare l’efficienza e dare vita ad uno “stargate” dei servizi WPP a disposizione di tutti i clienti.

“Un nuovo polo della creatività e della cultura per Milano”, conclude Costa. “Senza considerare il “social impact” per il rilancio di una periferia urbana e per la creazione di nuove opportunità di business a beneficio di tutta la città e del Sistema Paese”.