Webranking lancia Pragmatic, la nuova business unit dedicata all’advertising su Amazon

24 aprile 2018

Pragmatic

Ufficio Stampa

Massimizzare le vendite e la resa degli investimenti pubblicitari delle aziende grazie ad Amazon: ecco l’obiettivo di Pragmatic, la nuova business unit lanciata da Webranking interamente dedicata all’advertising sulla più grande piattaforma di ecommerce al mondo.

Con sedi a Vancouver e Milano, Pragmatic nasce English first nei contenuti e nella visione strategica.
 Il profondo know-how di Webranking con vent’anni di esperienza nel digital marketing ha permesso lo sviluppo di nuove aree di business con forti impatti sui risultati dei clienti: l’advertising su Amazon è una di queste. Pragmatic infatti offre una consulenza strategica per migliorare o avviare una propria presenza (diretta o indiretta) su Amazon, come ha già fatto per alcuni prestigiosi clienti come Boscolo Gift, Chef Idea Kit e Mediaset Infinity.

“L’integrazione di Amazon è un fattore decisivo per dare valore aggiunto al mercato, non solo come tradizionale canale di vendita, ma anche come mezzo pubblicitario”, spiega Nereo Sciutto, CEO e co-fondatore di Webranking (nella foto). Per questo, abbiamo ideato e sviluppato il progetto Pragmatic, mettendo insieme la nostra competenza sulla pianificazione pubblicitaria online e un team internazionale che potesse ridurre la complessità della gestione dei diversi mercati di Amazon in cui i nostri clienti sono presenti e vogliono investire e vendere. Nel corso degli anni abbiamo costruito una relazione forte e diretta con Amazon, che presto diventerà una presenza stabile nel mondo dell’advertising online”.

Infatti, nell’ultimo trimestre del 2017 nella sezione “Other services”, che include servizi di advertising e carte di credito co-branded, Amazon ha registrato una crescita su base annua del 62%, tra le più alte di tutto il trimestre (fonte Amazon). Data la veloce e costante crescita, si stima che Amazon consoliderà il suo ruolo nel mondo dell’advertising online, dove Google e Facebook sono oggi i player più importanti, con un business complessivo di 2.8 miliardi di dollari (fonte Digiday.com).

“Il principale vantaggio di Amazon – continua Nereo Sciutto – è che il 92% degli utenti che fa una ricerca sulla piattaforma di eCommerce, non solo ha l’intento di fare un acquisto, ma lo porta anche a termine. La rapida espansione dell’offerta e dei servizi che Amazon propone e il vantaggio competitivo che possiede, in termini di conoscenza delle abitudini e metodi di acquisto delle proprie audience, rispetto altre piattaforme di advertising online è un’opportunità reale per le aziende di costruire lì la propria presenza o di integrare questo canale con quelli proprietari già esistenti”.

Sono tanti i servizi offerti da Pragmatic e con cui le aziende possono confrontarsi per ampliare il loro business:

Amazon Marketing Services (AMS) comprende la creazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione delle campagne AMS per i rivenditori presenti su Amazon (1st party sellers).
Amazon SEO, diversa dalla SEO per Google, permette di massimizzare la visibilità dei propri prodotti e di migliorarne il posizionamento, destinata ai rivenditori, ai venditori marketplace (3rd party sellers) e a chi non ha ancora una presenza su Amazon ma desidera averla.
Amazon Advertising Platform (AAP) permette di promuovere i propri prodotti e servizi venduti al di fuori della piattaforma e di indirizzare il traffico esterno al proprio sito: è il caso di brand che vogliono ottimizzare le proprie campagne senza avere una presenza direttamente su Amazon ma combinando le proprie audience con quelle della piattaforma per raggiungere un maggior numero di utenti.
• La piattaforma Amazon Sponsored Products si rivolge ai venditori marketplace (3rd party sellers) che non hanno accesso all’AMS ma che possono comunque controllare le campagne di advertising tramite il proprio Amazon Seller Central account.