MEDIA

Il futuro dell’adv tra formati skin e rich media. Le soluzioni di Sizmek per il programmatic

- # # # #

Sizmek

Secondo i dati di Sizmek l’utilizzo dei formati skin è in forte crescita, specialmente per quanto riguarda il programmatic advertising. Solo nel 2017 l’azienda ha infatti gestito 1.500 campagne per 193 brand, raggiungendo un totale di un miliardo di impression. All’interno di questo trend, l’azienda registra un’ulteriore tendenza, che vede un crescente interesse da parte di brand e advertiser per i rich media e in particolare per il video adv.

Per anticipare queste tendenze e offrire ai propri clienti le soluzioni più all’avanguardia del mercato, Sizmek Italia ha sviluppato una soluzione specificatamente pensata per servire rich media in modalità programmatica. Il framework Rich Programmatic Unit (RPU) consente di realizzare con un unico tag diversi formati in grado di rispondere alle esigenze di DSP e publisher differenti.

La soluzione Liquid Domain Manager sviluppata da Sizmek raccoglie informazioni su oltre 1.500 siti italiani, che vengono inviate al framework RPU per creare l’ad con il setting corretto affinché non ci siano problemi di visualizzazione. Queste attività avvengono in modo automatizzato e possono essere gestite dai marketer senza alcun bisogno di competenze di programmazione.

“I rich media offrono nuovi, interessanti modi per attirare l’attenzione degli utenti e portarli alla conversione. Per questa ragione, nei primi mesi del 2018 stiamo vedendo un aumento costante delle impression servite da RPU, con una crescita mensile intorno al 30%, grazie anche allo sviluppo di nuove configurazioni compatibili con le regole della Coalition for Better Ads. Nel corso del 2018 e dei prossimi anni ci aspettiamo quindi una crescente richiesta di queste soluzioni da parte di brand e advertiser”, ha commentato Enrico Quaroni, Managing Director Italy di Sizmek (nella foto). “L’evoluzione tecnologica consente di creare formati sempre più attraenti e funzionali, che però potrebbero non essere supportati da tutti i siti web. Per evitare di creare esperienze spiacevoli per gli utenti, è quindi importante assicurarsi di deliverare sempre il formato più adatto a ogni sito”.

La soluzione può essere utilizzata in combinazione con gli altri tool di Sizmek, come la DCO per selezionare i messaggi e i prodotti più interessanti per gli utenti e il motore semantico Peer 39, che consente di verificare i contenuti delle pagine nelle quali compaiono gli ad e raggiungere le persone nel momento in cui esprimono interesse per temi vicini all’azienda e sono più propense a convertire.

articoli correlati