Sizmek: i vantaggi delle creatività dinamiche, tra semplicità e personalizzazione

20 marzo 2018

Enrico Quaroni di Rocket Fuel

Dall'azienda

L’evoluzione del rapporto con la tecnologia sta cambiando le abitudini e i comportamenti degli utenti, racconta Sizmek: oggi il flusso delle notizie è costante e in tempo reale e viene specialmente fruito via smartphone sui social network. Questi media utilizzano algoritmi di machine learning per analizzare un’enorme quantità di informazioni e consegnare agli utenti i contenuti più rilevanti in base ai loro interessi. Si è passati dalla consegna statica a un feed dinamico di news.

Questo cambiamento si è verificato anche nel settore pubblicitario. Il marketing online un tempo era basato sul display advertising statico, simile alle pubblicità su giornali e magazine, ad eccezione di alcune animazioni e minima interattività. Oggi, grazie al design responsive e alle tecnologie di predictive marketing, le esperienze degli utenti, così come le pubblicità altamente personalizzate, vengono progettate in tempo reale usando i numerosi dati a disposizione nei pochi millisecondi tra il clic sul link e il caricamento della pagina.

Attraverso la Dynamic Creative Optimisation (DCO) i brand possono personalizzare i propri messaggi e le creatività in base ai dati di prima e terza parte in loro possesso, selezionando il prodotto – o la combinazione di prodotti – più interessante per l’utente in un determinato momento. L’ad server di Sizmek permette ad agenzie e marketer di creare e gestire facilmente le creatività, senza bisogno di possedere skill di programmazione. I contenuti vengono infatti gestiti tramite feed di informazioni inviati dal cliente, che comportano l’aggiornamento automatico delle creatività. L’azienda e l’agenzia creativa possono quindi controllare e approvare l’aggiornamento della campagna prima che venga pubblicata ma anche modificarla mentre è online.

La soluzione di Sizmek offre quindi una libertà creativa senza vincoli, consentendo di popolare un unico ad con i contenuti più corretti per ogni singolo utente. Questo strumento può essere applicato anche all’interno di strategie contestuali, permettendo di modificare la creatività in base ai contenuti della pagina su cui si trova l’utente e ad altre informazioni come la geolocalizzazione, e per attività di retargeting, in base all’interazione dell’utente con il sito del cliente.

“L’intelligenza artificiale e il machine learning consentono di comprendere meglio il comportamento degli utenti e i loro interessi e di studiare la loro interazione con il brand per raggiungerli con il messaggio giusto nel momento migliore e sul device preferito”, ha commentato Enrico Quaroni, Managing Director Italy di Sizmek. “In un mondo digitale sovraffollato di informazioni, l’unico modo per ottenere l’attenzione degli utenti e portarli alla conversione è consegnare messaggi che rispondano alle loro esigenze nel momento in cui sono più propensi ad ascoltare il brand. Per far ciò è importante affidarsi a tecnologie avanzate che offrono feed precisi e azionabili di informazioni e consentono di adattare la propria comunicazione in tempo reale”.