#SFIGATI, la maratona di ScuolaZoo contro il bullismo che parla il linguaggio della GenZ

9 febbraio 2018

ScuolaZoo

Dall'Azienda

La Giornata Nazionale contro il Bullismo e il Cyberbullismo è iniziata 7 giorni prima per ScuolaZoo, il media brand degli studenti italiani con oltre 3 milioni di utenti: per tutta la settimana precedente alla celebrazione, ha proposto una maratona di docuvideo monografici che raccontano la storia di 7 personaggi famosi (uno al giorno) che oggi sono idoli e icone per la Generazione Z, ma in passato hanno subito atti di bullismo, in particolare durante gli anni di scuola.

Da Giacomo Leopardi, passando per EMINEM, Kate Winslet, Selena Gomez, Johnny Depp e arrivando fino a Ed Sheeran e Lady Gaga, sono tanti gli idoli degli adolescenti, in ogni arte, di ogni epoca, età, genere e cultura, che hanno subito vessazioni e violenze verbali e fisiche da parte dei propri coetanei o compagni di scuola.

#SFIGATI, un nome che è una provocazione, è il titolo della maratona di ScuolaZoo. Questo pensano di loro stessi i “bullizzati” e allo stesso modo è così che vengono percepiti dal “gruppo”. Ma i protagonisti di #SFIGATI non si sono lasciati scoraggiare, anzi, sono diventati ambasciatori di talento, esempi da seguire, icone da sognare. Un incoraggiamento per tutti coloro che per qualsiasi motivo ingiustificato stanno subendo violenze verbali e non, ma anche un monito per chi si sente in diritto di “bullizzare”: un domani, la tua vittima di oggi, potrebbe essere il tuo idolo o… il tuo capo.

I video, della durata fra 1 e 2 minuti ognuno, con colonne sonore amate dai ragazzi, un ritmo cadenzato e un linguaggio schietto e sincero (tipico di ScuolaZoo) hanno ricevuto, sui 3 canali social di ScuolaZoo (Instagram, Facebook e YouTube) un totale di 2.562.390 view, 376.260 interazioni e 3.825 commenti.

 

 

Fra le interazioni molti commenti di sfogo e condivisione privata di situazioni di bullismo subite, proprio come si fa tra compagni di banco molto intimi. Come FabyFrate che si sfoga su Instagram su quanto le capita ogni giorno: “È assurdo come io mi riveda perfettamente nella storia di Selena. Ci sono persone che mi parlano alle spalle, si prendono gioco di me inventandosi cose non vere sul mio conto solo per invidia […] Spero un giorno tutto questo finisca non ce la faccio più hotentato molte volte di porre fine alla mia vita, purtroppo queste persone per quanto si possa parlarne non finiranno mai. Vorrei fare qualcosa di grande che possa distruggere queste forme di bullismo, non solo per me ma per tutti coloro che stanno nella stessa situazione”. Ma c’è anche Luigi che, bullizzato alle elementari, oggi non si sente ancora di parlare di quanto ha vissuto. O Marco che lancia messaggi di solidarietà a trutti coloro che sono “bullizzati”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo la condivisione nei commenti è stata la volta di un’azione spontanea e autonoma da parte degli studenti che il 7 febbraio, Giornata Nazionale Contro i Bullismi, hanno dimostrato di aver colto il messaggio di ScuolaZoo e hanno invaso il Direct Message Instagram della community con video selfie in cui hanno inventato una loro campagna social riprendendo la canzone e il titolo di ScuolaZoo #SFIGATIBORNTHISWAY. Abbiamo ricevuto oltre 100 video selfie da tutta Italia nelle 5 ore scolastiche e le abbiamo ripostate tutte nelle Stories del canale.

 

 

“La GenZ, se si parla con il suo linguaggio, attraverso i loro mezzi preferiti e con il tono che riconoscono e sentono proprio è ricettiva ma soprattutto reattiva e propositiva”, spiega Marco Pinna, Senior Media Manager di ScuolaZoo. “Anche su temi delicati, seri e importanti come le lotte sociali, che solitamente vengono trattate da adulti per gli adulti, anche se rivolte ai ragazzi, risultando per loro noiose. Viviamo a fianco degli studenti 365 giorni all’anno sul digitale, dal vivo nelle scuole, in viaggio e nei nostri eventi. Sappiamo come parlargli e loro ci riconoscono come il loro compagno di banco preferito, regalandoci questi riscontri spontanei che non finiranno mai di sorpenderci”.