Mastercard: più sicurezza nei pagamenti grazie alla biometria e all’Intelligenza Artificiale

31 gennaio 2018

Mastercard

Ufficio Stampa

Mastercard ha presentato una nuova strategia a supporto delle banche, retailer e partner per garantire ai consumatori maggiore sicurezza e una migliore esperienza per i pagamenti nel mondo digitale, attraverso l’impiego di nuovi servizi, basati su tecnologie innovative come biometria e intelligenza artificiale. In particolare, Mastercard vuole accelerare l’adozione della tecnologia biometrica, con l’obiettivo di farne uno standard per l’autenticazione dei pagamenti digitali a partire da aprile 2019.

Le nuove tecnologie digitali sono sempre più integrati nella vita quotidiana dei consumatori che ricercano maggiore semplicità di utilizzo, praticità e sicurezza. La tecnologia biometrica, attraverso l’autenticazione con il semplice utilizzo dell’impronta digitale, della scansione dell’iride, del riconoscimento facciale, offre più vantaggi e una maggior sicurezza ai consumatori durante i loro acquisti eliminando la necessità di memorizzare molteplici password difficili da ricordare.

Il 93% dei consumatori preferisce ricorrere alle tecnologie biometriche piuttosto che all’uso di password per l’autenticazione dei pagamenti e secondo un recente studio effettuato da Mastercard e Oxford University il 92% dei professionisti banking sono propensi ad adottare questa tecnologia. Le banche, inoltre, evidenziano che, con l’autenticazione biometrica, i clienti sono molto più incentivati a finalizzare l’acquisto. Infatti, i tassi di abbandono dell’acquisto diminuiscono del 70% rispetto ad altri metodi di autenticazione, come ad esempio le password temporanee (One Time Password) inviate tramite sms; questo aspetto è indice di un miglioramento dell’esperienza dell’utente.

La biometria, il futuro dell’autenticazione in un mondo sempre più connesso
I sistemi per la sicurezza online attualmente in uso, spesso possono risultare complessi per i consumatori, spingendoli ad abbandonare il sito eCommerce ancor prima di finalizzare l’acquisto. Un modo per ridurre ed eliminare queste difficoltà, è passare dall’utilizzo di password meno efficaci (qualcosa che il consumatore conosce), all’uso di uno strumento che il consumatore possiede (come uno smartphone o un device digitale) e che fa parte della propria identità (la biometria).

“Le tecnologie biometriche rispondono perfettamente alle aspettative dei consumatori sulla sicurezza dei pagamenti del futuro, in un mondo in cui il digitale influenza sempre di più le nostre abitudini quotidiane. Tutto questo porta ad una serie di vantaggi anche per le banche e per i retailer, contribuendo a migliorare l’esperienza di acquisto e rendendola più sicura. In qualità di leader del settore, Mastercard è in grado di rispondere alle nuove esigenze dei consumatori in Europa e in tutto il mondo”, dichiara Michele Centemero, Country Manager Italia di Mastercard.

Mastercard lavora da anni allo sviluppo e alla diffusione della tecnologia biometrica applicata ai pagamenti, per migliorare l’esperienza del consumatore e la sua sicurezza online e offline. Mastercard Identity Check, ad esempio, disponibile in 37 paesi nel mondo, è la soluzione per l’autenticazione che consente di utilizzare sistemi d’identificazione biometrica, come le impronte digitali, l’iride e il riconoscimento facciale, per verificare la propria identità con un dispositivo mobile, durante lo shopping online e le attività bancarie. Questa suite di soluzioni accelera notevolmente l’esperienza di pagamento digitale, migliorando il livello di sicurezza, garantendo un’esperienza di pagamento senza interruzioni e riducendo i tassi di abbandono.

La roadmap per migliorare l’esperienza e la sicurezza del consumatore nel mondo digitale
La biometria e le tecnologie comportamentali, offrono un modo più semplice e sicuro di effettuare pagamenti attraverso tutti i canali, garantendo un’esperienza di acquisto senza intoppi. Per accelerare il passaggio verso questa nuova forma di autenticazione – in linea con i requisiti europei della PSD2 sulla Strong Customer Authentication (SCA) – Mastercard ha ideato una serie di servizi di sicurezza che forniscono un approccio graduale per garantire una migliore esperienza del consumatore e una sicurezza totale.

A partire da ottobre 2018, grazie alla soluzione Mastercard (Automatic Billing Updater) alla data di scadenza della carta di un consumatore, i dettagli della nuova carta, potranno essere direttamente comunicati con riservatezza agli store preferiti dal consumatore e, su sua richiesta, saranno bloccate le transazioni non più di interesse.

A partire da aprile 2019, Mastercard Identity Check andrà a sostituire il SecureCode, rendendo la biometria un’esperienza di acquisto sicura in un solo click.

Inoltre Mastercard, a supporto della strategia generale sulla sicurezza, ha sviluppato un nuovo servizio per il mobile che permette la notifica “real-time” delle transazioni permettendo ai consumatori un maggior controllo delle soglia di spesa da loro definite e un nuovo servizio basato sull’intelligenza artificiale, che consente alle banche di rilevare e prendere decisioni sulle frodi riducendo ulteriormente il rischio e agevolando il processo di autenticazione delle transazioni (Mastercard Decision Intelligence). Con questo approccio Mastercard non solo consentirà ai propri partner di soddisfare i requisiti prefissati dalla PSD2, ma ottimizzerà anche l’esperienza di pagamento a vantaggio di merchant e banche.
Ancora una volta, in un momento di grande cambiamento, Mastercard si dimostra partner tecnologico decisivo per offrire soluzioni semplici, sicure e convenienti a partner e consumatori.

Conclude Michele Centemero: “Siamo al fianco dei nostri partner per implementare i pagamenti del domani con le competenze uniche e le ultime innovazioni che Mastercard è in grado di offrire. Grazie alle nuove tecnologie come la biometria e l’intelligenza artificiale possiamo garantire i più elevati standard di sicurezza e protezione per i consumatori in linea con il nuovo quadro normativo della PSD2 così da poter andare incontro a un sempre più brillante futuro del settore dei pagamenti in Italia come nel resto del mondo”.