idealo: aumento del +36% delle intenzioni di acquisto per il portale di Axel Springer

22 novembre 2017

idealo

idealo continua la sua scalata nel mondo dei comparatori di prezzo per gli acquisti via web nel nostro paese: le intenzioni di acquisto sono aumentate del 36% rispetto al 2016, un fatto che denota un bisogno di risparmio crescente da parte degli e-consumer italiani e la ricerca di nuove soluzioni.

Questo dato in positivo è dovuto per lo più all’offerta che il portale mette a disposizione degli utenti, alla presenza di contenuti e materiali utili alla scelta dei prodotti e, soprattutto, alla possibilità di poter contare attualmente su più di 330 milioni di offerte da parte di oltre 50 mila negozi online.

Dal punto di vista economico, per il 2017 è prevista una crescita, rispetto allo scorso anno, nell’ordine del 50%, un’impennata che permetterà alla giovane divisione italiana del brand, in media “under 35”, guidata dal Country Manager Fabio Plebani, di raggiungere un fatturato a sette cifre.

Buon riscontro anche per l’uso di “prezzo ideale”, uno dei plus dell’offerta di idealo rispetto ai competitor. La funzione, un sistema di alert attivabile dagli utenti per fissare in anticipo il prezzo considerato migliore per un certo prodotto e per essere avvisati nel momento esatto in cui quello stesso prezzo viene raggiunto, ha registrato un aumento nell’utilizzo del 138% negli ultimi mesi .

Se i dati per l’Italia mostrano una crescita nell’utilizzo di idealo.it da parte degli utenti, insieme ad una fidelizzazione più che raddoppiata (dal 6% del 2016 al 14% del 2017) e ad un aumento delle condivisioni di chi conosce il brand (dal 14% del 2016 al 42% del 2017) , i numeri dell’intero gruppo sono altrettanto significativi.

Parte di Axel Springer dal 2006, il portale è presente, oltre che in Italia, in altri cinque paesi europei (Germania, Austria, Spagna, Regno Unito e Francia). Il brand internazionale per la comparazione prezzi registra complessivamente, per il 2017, circa 15 milioni di utenti al mese e oltre 70.000 utenti attivi sulla app ogni giorno . Secondo gli ultimi dati, nell’ultimo trimestre l’intero gruppo Axel Springer, ha confermato lo sviluppo positivo già registrato nel primo semestre, beneficiando in particolare del continuo trend di crescita dei modelli di business digitali: nei primi nove mesi sono cresciuti dell’11,7% e hanno generato il 70,6% dei ricavi totali. Nello stesso periodo c’è stato anche un significativo miglioramento degli utili nel segmento del media marketing, dove idealo riveste il ruolo di player più importante (+39,6%). Questo segmento è cresciuto del 9,6% nel periodo considerato, portando il fatturato relativo da 610,8 a 669,5 milioni. Complessivamente, il gruppo ha incrementato i propri ricavi nei primi nove mesi del 2017 del 7,0%, raggiungendo i 2 miliardi e 554,7 milioni (anno precedente: 2 miliardi e 386,8 milioni) . Anche il numero medio dei dipendenti è in crescita nei primi tre trimestri (+4%) grazie alla continua espansione del business digitale.

Questi risultati sono il frutto di una realtà attenta a molti fattori e valori, tra i quali il benessere, il supporto alla famiglia, la sostenibilità e l’impegno per l’ambiente.

“I nostri collaboratori sono il fulcro dell’azienda e la componente più importante del nostro successo. Nella nostra sede di Berlino, un’area di circa 10 mila metri quadri all’interno di Kreuzberg, si concentrano le operazioni dei sei portali nazionali che vedono al lavoro 500 server. Il team è composto oggi da circa 700 persone, giovani, dinamiche e provenienti da 40 nazioni diverse. L’età media del team di idealo Italia, ad esempio, è di circa 35 anni, un dato interessante se paragonato a quello di altre realtà e se si considera che la squadra da me guidata gestisce un fatturato a sette cifre. Abbiamo metodi di lavoro snelli, perché ci sia tempo per la vita privata e la famiglia; seguendo il sogno di Albrecht von Sonntag, il fondatore e amministratore di idealo, abbiamo aperto un asilo all’interno della sede di Ritterstraße. Obiettivo fondamentale era ed è il supporto della gestione di lavoro e famiglia, tanto che siamo stati premiati come “Family-Friendly Company Pankow” nel 2014”, ” ha commentato Fabio Plebani, Country Manager di idealo per l’Italia.

“Questa visione e questo approccio etico, comunitario e collettivo è parte integrante dei risultati che abbiamo raggiunto sinora, dei quali siamo molto soddisfatti ma non ci fermiamo e prevediamo di chiudere l’anno con numeri oltre le nostre aspettative; per il 2018 contiamo in un aumento di fatturato del 40% e in una crescita che ci possa portare ancora più in alto nella classifica dei leader del settore. Sappiamo di confrontarci con realtà consolidate, ma siamo convinti che la nostra ricetta sia vincente: continueremo ad investire nell’offerta per gli utenti e nella costruzione di una piattaforma sempre più orientata ad una customer experience personalizzata. I nostri plus stanno nella visione europea, giovane e al passo con i tempi; nella presenza di professionalità che vengono da aziende importanti, come Zalando o Amazon; nella conoscenza del settore e-commerce e delle sue evoluzioni consolidata in anni di esperienza e sempre aggiornata. Tutti questi fattori, insieme alle due anime di idealo – quella dinamica, tipica di una startup, e quella solida, propria di una multinazionale – fanno sicuramente la differenza nel panorama dei comparatori di prezzo in Italia”, ha concluso Plebani.