Nonno Nanni in comunicazione fino a settembre con attività instore e digital

14 luglio 2017

caprese Nonno Nanni

Dall'azienda

La caprese di Nonno Nanni viene reinterpretata con lo Stracchino Nonno Nanni. Un prodotto storico del marchio, che proprio quest’anno compie settant’anni.

Sarà possibile conoscere questa nuova ricetta, grazie alla campagna di comunicazione prevista fino a settembre intrapresa dall’azienda veneta, che prevede una massiccia attività di instore promotion in tanti punti vendita della Grande Distribuzione Organizzata in tutta Italia, oltre a una specifica attività digital che convolgerà il sito Internet e i presidi social di Nonno Nanni.

La prima iniziativa prevede la realizzazione di materiali di comunicazione sul punto vendita dedicati (POP), quali totem, stopper a scaffale e locandine. Oltre a ciò, all’acquisto di una confezione di Stracchino Nonno Nanni, il consumatore riceverà, dove possibile, un utile coppapasta personalizzato Nonno Nanni, ottimo per comporre a dare forma alla caprese e ad altre ricette, e un ricettario con sedici differenti varianti della Caprese. Spunti e strumenti utili, per stimolare la fantasia e la creatività in cucina.

La campagna digital, realizzata da TSW, prevede invece la realizzazione di una serie di post, con foto e video, per raccontare e mostrare questo piatto, fornendo anche qui tanti utili consigli, anche grazie a videoricette e guest post che coinvolgono la presenza di blogger del settore food.

Obiettivo dell’iniziativa è estendere le modalità d’uso di un prodotto, lo Stracchino Nonno Nanni, che oltre a essere di altissima qualità, è molto versatile in cucina, aumentandone così penetrazione e frequenza d’uso.

“Normalmente il nostro stracchino viene consumato da solo, magari spalmato su una fragrante fetta di pane fresco. Ci piace però pensare che, con la sua bontà, possa arricchire tante ricette, rendendole ancora più sfiziose. È il caso della Caprese di Nonno Nanni, che acquisisce, grazie alla morbidezza e alla dolcezza dello stracchino, un sapore decisamente unico. La scelta di proporlo in un’attività di instore capillare nasce dalla convinzione che la prova assaggio sia vincente e di grande supporto alla vendita: il nostro prodotto è semplicemente buono”, ha sottolineato Silvia Lazzarin, Responsabile Marketing e Comunicazione di Latteria Montello.