Lego Serious Play: il metodo scientifico a supporto della formazione

10 gennaio 2017

LEGO® SERIOUS PLAY

Dal web

Nell’industria medico-scientifica italiana è stato introdotto Lego Serious Play, esso è un metodo scientifico per creare strategie in tempo reale. Questo metodo prevede l’uso di mattoncini e di elementi Lego per aiutare le persone a “pensare attraverso le dita” scatenando intuizione, ispirazione e fantasia coinvolgendo la razionalità, le emozioni, e la componente istintiva, semplicemente costruendo modelli e raccontando storie su di essi.

Il metodo Lego Serious Play è spesso usato in eventi come team building, incontri e workshop. Inoltre è stato particolarmente efficace anche in caso di acquisizioni e fusioni, branding, per migliorare l’efficacia operativa e l’analisi competitiva. L’idea Lego consente di analizzare e gestire i progetti con una logica di plan-do-plan-do adeguata alla realtà in continuo cambiamento che viviamo. Questo anche grazie alla rapidità e l’efficacia con cui si possono esplorare le diverse opzioni.

Si è svolto in Danimarca, dal 2 al 4 ottobre, precisamente a Billund, il meeting mondiale dei facilitatori Lego Serious Play a cui hanno preso parte 400 persone, nel corso di questo meeting, l’esperienza di eccellenza svolta dall’event agency italiana Meeting Planner, che durante scorso semestre ha implementato per la prima volta questa metodologia nell’industria farmaceutica italiana, è stata presentata in collegamento in diretta dalla titolare Maddalena Milone. È stata la prima volta che un cliente si è collegato in diretta al community meeting ed è stata la prima volta di un caso sperimentale in ambiente medico scientifico. Il tutto è stato reso possibile grazie al supporto del facilitatore certificato Lego Serious Play Fabrizio Faraco.

Oltre al caso presentato a Billund Meeting Planner e Fabrizio Faraco hanno realizzato nel 2016 diversi workshop in ambito medico, sia coinvolgendo i medici di base che gli specialisti che gruppi misti. Per il 2017 ne sono in programma già altri.

Maddalena Milone, titolare di Meeting Planner ha dichiarato, “Sono felice di aver dato un contributo alla applicazione di format nel mondo della formazione medico-scientifica italiana. L’utilizzo dei mattoncini rende più semplice la comprensione e dunque la soluzione di temi complessi. È un linguaggio comune che chiunque può utilizzare e garantisce la partecipazione dell’intero gruppo. In questo senso, è un bene che le aziende di un settore chiave quale quello pharma se ne servano per le proprie dinamiche interne. Focalizzarsi sui mattoncini e non sulle persone facilit a la discussione e la negoziazione riducendo il peso dei conflitti personali. Le soluzioni ci sono, bisogna solo farle emergere. In azienda come nella vita”.